Calabria7

Chi vincerà lo scudetto il prossimo anno: milanesi in pole position tallonate dalla Juve

Meno di due mesi e si ricomincia, con la Serie A che riaprirà ufficialmente i battenti il giorno 13 agosto. Una data quest’ultima certamente singolare, l’unica possibile per permettere al massimo campionato di calcio italiano di terminare il 4 giugno 2023 dopo la parentesi autunnale del mondiale in Qatar. Se dunque non manca poi molto alla ripresa delle ostilità sportive, allora è già tempo di provare a capire quali saranno le squadre che lotteranno fino alla fine per aggiudicarsi il tricolore.

Milan, Inter e Juventus davanti a tutte

Con l’arrivo di Di Maria, che con Vlahović e Chiesa formerà un tridente delle meraviglie, la Juventus, stando ai pronostici consultabili su OddsChecker, è una delle favorite per quanto riguarda la vittoria dello scudetto. Proprio su OddsChecker è possibile confrontare le quote scommesse Serie A dei maggiori operatori sportivi in modo da analizzare le quote più vantaggiose. La Juventus non è comunque l’unica squadra in corsa per lo scudetto, dato che è probabile che le milanesi anche l’anno prossimo lotteranno punto a punto per guardare tutte le altre formazioni dall’alto al basso. Questa affermazione, per certi versi singolare, potrebbe anche stupire i calciofili più attenti, che analizzando il mercato rossonero non vedono colpi in entrata che potrebbero far pensare a un Milan allo stesso livello dell’Inter di Lukaku (e forse Dybala) e della Juventus di Pogba. Giusto in parte, perché il Diavolo dispone pur sempre di un Rafael Leão che dopo un periodo di ambientamento è divenuto un campione imprescindibile. Proprio come Tonali, che all’inizio della sua esperienza in rossonero veniva continuamente criticato perché in mezzo al campo sembrava un po’ troppo “leggerino”. Sembrava, appunto, perché lo scorso anno ha dato tutta un’altra impressione. Con il goal (decisivo) realizzato contro la Lazio, durante quell’incredibile 2 a 1 per il Diavolo di fine aprile, è riuscito a far ricredere tifosi ed esperti di calcio. Dunque dare il Milan per non favorito solo perché non sta ingaggiando calciatori di primo piano, come stanno facendo Juve e Inter, sarebbe sbagliato. Anche perché Origi, che non è un signor nessuno, è già sbarcato a Milano.

Il Napoli costretto a inseguire

Chi sarà costretto a inseguire le tre favorite della prossima stagione di Serie A, torneo quest’ultimo che non smette mai di offrire sorprese, è il Napoli, che dovrà trovare la quadra dopo l’addio di Insigne, quello probabile di Koulibaly e la grana Fabián Ruiz, centrocampista che non ha nessuna intenzione di rinnovare il contratto con gli Azzurri. Certo che se Lozano tornasse a essere il Lozano del PSV…

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Marcolini: “Cosenza brillante, oggi non era facile fare punti”

Antonio Battaglia

Ecosistem Catanzaro beach soccer premiata a Palazzo De Nobili

manfredi

Il Rende colleziona un pari insipido contro la Paganese: ora si fa dura

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content