Chiaravalle, la mostra “Artecontemporanea” fa il “boom” di presenze

A Chiaravalle Centrale la mostra “Artecontemporanea” fa il “boom” di presenze. Ogni giorno centinaia di visitatori, provenienti da tutta la regione, affollano le sale di Palazzo Staglianò. Un fiume ininterrotto che va avanti dalla data inaugurale del 13 agosto scorso. Un successo straordinario per una iniziativa promossa dall’amministrazione comunale, dalla Consulta della Cultura e dall’associazione “ARTEria” che mette insieme, in un unico evento, decine di protagonisti indiscussi e di primo piano del panorama artistico nazionale e internazionale. Sarà il fascino di Rotella, Schifano, Festa,  Vigliaturo, Cascella e delle tante firme che arricchiscono la collettiva. Sarà il richiamo dei due preziosi Mattia Preti che aprono l’ingresso di Palazzo Staglianò. Il risultato è, comunque, già superiore ad ogni più rosea aspettativa.

Merito, anche e soprattutto, degli organizzatori che hanno saputo cucire attorno alla mostra una serie di eventi collaterali di grande richiamo. Lo testimonia la serata “jazz and wine” di lunedì 19 agosto. Sale strapiene per una mescolanza di temi (artistici, musicali, gastronomici) degni di un palcoscenico di altissimo livello. Suoni e pittura, degustazioni guidate e dibattiti: uno scenario decisamente attrattivo per una realtà come quella di Chiaravalle che sta puntando sulla ridefinizione di una propria identità attraverso la valorizzazione dei propri poli culturali. A cominciare da Palazzo Staglianò, cornice eccezionale per l’evento “Artecontemporanea”. Estremanente soddisfatto Nicola Lombardo, portavoce di “ARTEria” e mecenate-filantropo del nostro tempo, che ha voluto portare con forza nella “sua” Chiaravalle una iniziativa di così elevato rango culturale e artistico. Un particolare plauso è stato rivolto ai tanti volontari che stanno collaborando, in questi giorni, per garantire una comoda fruizione al pubblico della mostra che chiuderà i battenti il prossimo 22 agosto.

Merito, anche e soprattutto, degli organizzatori che hanno saputo cucire attorno alla mostra una serie di eventi collaterali di grande richiamo. Lo testimonia la serata “jazz and wine” di lunedì 19 agosto. Sale strapiene per una mescolanza di temi (artistici, musicali, gastronomici) degni di un palcoscenico di altissimo livello. Suoni e pittura, degustazioni guidate e dibattiti: uno scenario decisamente attrattivo per una realtà come quella di Chiaravalle che sta puntando sulla ridefinizione di una propria identità attraverso la valorizzazione dei propri poli culturali. A cominciare da Palazzo Staglianò, cornice eccezionale per l’evento “Artecontemporanea”. Estremanente soddisfatto Nicola Lombardo, portavoce di “ARTEria” e mecenate-filantropo del nostro tempo, che ha voluto portare con forza nella “sua” Chiaravalle una iniziativa di così elevato rango culturale e artistico. Un particolare plauso è stato rivolto ai tanti volontari che stanno collaborando, in questi giorni, per garantire una comoda fruizione al pubblico della mostra che chiuderà i battenti il prossimo 22 agosto.

redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Già in passato si erano verificati episodi simili ai danni dell’imprenditrice. Coldiretti Calabria: "Un vile atto e un gesto inqualificabile" 
Per l’8 Marzo la città ospita il cartellone "Il senso delle donne”, sostenuto dal Comune in collaborazione con le associazioni del territorio
Il gruppo provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica si è riunito con la presenza della sottosegretaria all’Interno Wanda Ferro, tra altri
Le segreterie nazionali: “Riduzione preoccupante delle attività. La situazione sta degenerando in tutti i territori interessati, inclusa la Calabria”
Il caso
Dopo la vergognosa guerriglia post-derby le due Questure facciano subito luce su quanto accaduto. Ancora si attendono i Daspo dell’andata
A Lamezia Terme, il segretario generale del sindacato ha partecipato insieme a Roberto Occhiuto a un'iniziativa sullo sviluppo del Mezzogiorno
L’uomo, un assistente capo coordinatore 55enne, è morto nella sua abitazione mentre era libero dal servizio
Approvata anche la delibera che amplifica l’accesso dei soggetti fragili non autosufficienti ai servizi di assistenza semi residenziale
Il cadavere dell'uomo, vittima di lupara bianca, fu seppellito nel 2017 nei boschi di Ariola, dove fu rinvenuto nel 2020
Scongiurati ulteriori disagi, le scuole rimaste chiuse oggi nelle aree interessate dai lavori, saranno regolarmente aperte domani
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved