Choc nei pressi di una stazione: parrucchiere accoltellato a morte davanti al suo negozio

La vittima è stata trovata a terra, sul marciapiede, immersa in una pozza di sangue
Ndrangheta a Vibo

Omicidio nel pomeriggio di oggi, domenica 7 agosto, a Pisa. Secondo quanto riportato da Fanpage.it, un uomo è morto dopo essere stato aggredito probabilmente con uno o più colpi di arma da taglio. La vittima è un parrucchiere originario del Marocco: secondo una prima ricostruzione, è stato ucciso nei pressi del suo negozio in via Corridori, vicino alla stazione ferroviaria. Tutto è accaduto intorno alle 17. Immediati i soccorsi del 118 allertati dalla gente del posto, ma purtroppo ogni sforzo per salvare l’uomo è stato inutile. Sul posto sono intervenute due ambulanze della pubblica assistenza. Il presunto aggressore, da quanto emerso, sarebbe già stato fermato. La vittima – si tratterebbe di un uomo di circa 30 anni – è stata raggiunta da almeno una coltellata sul lato destro del petto. È praticamente morto sul colpo. Prima dell’accoltellamento ci sarebbe stata una colluttazione, poi il commerciante sarebbe caduto a terra.

Sul posto sono intervenuti e stanno operando polizia e carabinieri, che hanno transennato la zona dell’omicidio. Gli inquirenti stanno ancora cercando di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e il movente dell’aggressione. Al momento mantengono il massimo riserbo sull’accaduto. Il corpo della vittima è tuttora a terra coperto da un telo. “Un ragazzo è stato accoltellato in via Corridoni e purtroppo ha perso la vita. Le condoglianze mie e della comunità pisana giungano sentite alla famiglia. L’omicida si sarebbe già costituito alle forze dell’ordine”, le parole del sindaco di Pisa, Michele Conti, intervenuto sul delitto di oggi. “L’episodio che ci lascia costernati è, mi spiace ripeterlo con rammarico – aggiunge -, la dimostrazione di quello che dico in tutte le sedi e a tutti i prefetti e questori che si sono succeduti a Pisa negli ultimi quattro anni: nella zona della stazione serve un presidio fisso interforze che faccia controlli mirati ogni giorno! Ho chiesto più volte di intervenire a Questore e Prefetto, ma sono rimasto inascoltato, come tanti cittadini che segnalano e chiedono maggiore attenzione. Alla polizia municipale non può essere delegata, da sola, questa funzione: si pensi che, a un anno dalla nascita del NOSU, Nucleo operativo sicurezza urbana, sono stati eseguiti 80 arresti in flagranza, dei quali circa la metà nella zona della Stazione”.

Sul posto sono intervenuti e stanno operando polizia e carabinieri, che hanno transennato la zona dell’omicidio. Gli inquirenti stanno ancora cercando di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e il movente dell’aggressione. Al momento mantengono il massimo riserbo sull’accaduto. Il corpo della vittima è tuttora a terra coperto da un telo. “Un ragazzo è stato accoltellato in via Corridoni e purtroppo ha perso la vita. Le condoglianze mie e della comunità pisana giungano sentite alla famiglia. L’omicida si sarebbe già costituito alle forze dell’ordine”, le parole del sindaco di Pisa, Michele Conti, intervenuto sul delitto di oggi. “L’episodio che ci lascia costernati è, mi spiace ripeterlo con rammarico – aggiunge -, la dimostrazione di quello che dico in tutte le sedi e a tutti i prefetti e questori che si sono succeduti a Pisa negli ultimi quattro anni: nella zona della stazione serve un presidio fisso interforze che faccia controlli mirati ogni giorno! Ho chiesto più volte di intervenire a Questore e Prefetto, ma sono rimasto inascoltato, come tanti cittadini che segnalano e chiedono maggiore attenzione. Alla polizia municipale non può essere delegata, da sola, questa funzione: si pensi che, a un anno dalla nascita del NOSU, Nucleo operativo sicurezza urbana, sono stati eseguiti 80 arresti in flagranza, dei quali circa la metà nella zona della Stazione”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il membro Udc chiede la restituzione del medaglione sacro sottratto dalla chiesa di Bovalino. “Ogni reato deve essere considerato grave”
Il governatore ha partecipato alla Conferenza dei delegati calabresi al congresso del partito svoltasi a Lamezia Terme
L'iniziativa è partita dalla Casa del Popolo Thomas Sankara e ha visto l'adesione di diverse realtà e associazioni cittadine
La struttura, funzionante da 30 anni, custodisce 90 mila volumi e gestisce oltre 2 milioni di schede bibliografiche on line
Già in passato si erano verificati episodi simili ai danni dell’imprenditrice. Coldiretti Calabria: "Un vile atto e un gesto inqualificabile" 
Per l’8 Marzo la città ospita il cartellone "Il senso delle donne”, sostenuto dal Comune in collaborazione con le associazioni del territorio
Il gruppo provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica si è riunito con la presenza della sottosegretaria all’Interno Wanda Ferro, tra altri
Le segreterie nazionali: “Riduzione preoccupante delle attività. La situazione sta degenerando in tutti i territori interessati, inclusa la Calabria”
Il caso
Dopo la vergognosa guerriglia post-derby le due Questure facciano subito luce su quanto accaduto. Ancora si attendono i Daspo dell’andata
A Lamezia Terme, il segretario generale del sindacato ha partecipato insieme a Roberto Occhiuto a un'iniziativa sullo sviluppo del Mezzogiorno
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved