Calabria7

Clamoroso al “Granillo”: la Reggina cede ai colpi della Virtus Francavilla

di Antonio Battaglia – Maledette feste di Natale, staranno pensando in questo momento i tifosi amaranto. Comprensibile, perché stasera la Reggina ha certificato il suo periodo di netta crisi.

I campanelli d’allarme nelle ultime due gare contro Cavese e Bisceglie sono evidentemente serviti a poco: a fronte di una prima frazione viva e intensa, i ragazzi di Toscano hanno ceduto quasi l’intero secondo tempo agli avversari pugliesi. E la sconfitta (la prima casalinga) in rimonta, contro una squadra di bassa classifica, non può che far riflettere.

Andiamo alla cronaca. Inizio molto convincente dei padroni di casa, che passano al minuto 10 con una bella girata al volo di Denis. Il Francavilla tenta timidamente di reagire, ma gli amaranto sono bravi a difendersi e ripartire in contropiede. Al 38′ è colossale la palla gol capitata a Denis, che raccoglie un traversone di Rolando e di testa spedisce il pallone sul palo.

A inizio ripresa, la Virtus Francavilla entra in campo con grande determinazione e dopo sei minuti ristabilisce la parità con una bella incornata di Risolo. Va in scena un copione totalmente diverso dalla prima frazione, con la Reggina sottotono e incapace di prendere in mano il pallino del gioco. Al 67′, Nunzella sfiora la traversa mentre due minuti dopo è Perez a divorarsi una clamorosa palla gol.

Un minuto dopo, però, Reginaldo suona la carica e costringe Poluzzi agli straordinari. Lampo pressoché inutile, perché al 74′ Di Cosmo ammutolisce l’intero “Granillo” con un preciso pallonetto che si insacca alle spalle di Guarna.

La Reggina costruisce un disperato forcing finale, ma a sfiorare la rete è addirittura Vasquez su suggerimento di Caporale. Al 96′ cala il silenzio sul fortino amaranto, sarà una notte nerissima.

Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Ennesimo incidente sulla S.S. 106, muore pedone

Mirko

Condannato per bancarotta nel 2003, segretario Lega Riace non poteva candidarsi

manfredi

Consiglio regionale, chiusa decima legislatura: il saluto di Irto

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content