Calabria7

Coccodrillo | ‘Ndrangheta e imprenditoria nel Catanzarese, in 4 a processo (NOMI)

compravendita di case-alt

di Gabriella Passariello- Un proscioglimento, quattro rinvii a giudizio e nove al rito abbreviato, per i 14 imputati coinvolti nell’ambito dell’inchiesta stralcio della Dda di Catanzaro, nome in codice Coccodrillo, che l’11 marzo scorso ha portato gli uomini della Guardia di finanza a notificare un’ordinanza di misura cautelare nei confronti di sette persone (di cui una in carcere e sei agli arresti domiciliari) e la misura interdittiva per altri tre, nonché al sequestro preventivo di beni per un valore di oltre 50 milioni di euro. Un’indagine che ha svelato presunti intrecci tra la ‘ndrangheta e il gruppo imprenditoriale Lobello, facendo luce su un meccanismo di intestazione fittizia di beni, realizzato attraverso un sistema di società, formalmente intestate a terzi, e tuttavia dagli stessi controllate e gestite, per sottrarre il proprio patrimonio aziendale all’adozione di prevedibili misure di prevenzione antimafia.

I rinviati a giudizio e la prosciolta

Il gup del Tribunale di Catanzaro Paola Ciriaco, accogliendo in aula la richiesta formulata dal pm della distrettuale Veronica Calcagno, ha rinviato a giudizio Francesca Rotella, 49 anni, di Simeri Crichi; Domenico Rotella, 43 anni, di Simeri Crichi; Anna Rita Vigliarolo,43 anni, di Catanzaro; Vitaliano Maria Fulciniti, 44 anni, di Catanzaro,(imputato per favoreggiamento reale) mentre ha prosciolto Marika Lobello, 22 anni, di Catanzaro, difesa dall’avvocato Saverio Loiero. Il processo nei loro confronti inizierà il prossimo 17 giugno.

I nomi degli imputati in abbreviato

Il gup ha ammesso al rito abbreviato Antonio Capellupo, 47 anni, residente a Botricello;  Pietro Garcea, 35 anni, di Catanzaro; Francesco Iiritano, 30 anni, di Catanzaro;  Vincenzo Pasquino, 60 anni, di Catanzaro; Giuseppe Rotella, 53 anni, di Simeri Crichi;  Pasquale Torchia, 45 anni, di Botricello; Pasquale Vespertini, 40 anni, di Catanzaro; Caterina Garcea, 41 anni di Catanzaro e Luciano Vitale, 54 anni, di Catanzaro. La requisitoria del pubblico ministero con relative richieste di pena e le arringhe difensive sono previste per il prossimo 1 dicembre.

Le ipotesi di accusa

La Dda ipotizza nei confronti degli imputati le accuse, a vario titolo, di trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio, autoriciclaggio e favoreggiamento reale ed estorsione. Per altri tre imputati, Giuseppe, detto Pino Lobello, Antonio e Daniele Lobello, giudicati con rito abbreviato e coinvolti nella stessa inchiesta, il pm ha già chiesto condanne dai 12 agli otto anni di reclusione e l’udienza è stata aggiornata al 19 ottobre (LEGGI QUI).

Le società intestate a prestanomi e i legami con i clan

Secondo le ipotesi di accusa gli imprenditori Lobello avrebbero provato a costituire numerose società, intestate a prestanomi e in passato il gruppo aveva subito alcune interdittive antimafia emesse dalla Prefettura di Catanzaro per le società Calbin S.r.l., Cantieri Edili Iniziativa 83 S.r.l. e Strade Sud S.r.l. Le indagini, corroborate dalle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, Santino Mirarchi, Gennaro Pulice, Dante Mannolo, figlio del boss Alfonso, e da diverse intercettazioni hanno consentito di  evidenziare, il legame mantenuto nel tempo dalla famiglia Lobello con il clan Mazzagatti di Oppido Mamertina, il loro rapporto con il clan Arena di Isola Capo Rizzuto e altre cosche del Crotonese, tra cui quella riconducibile a Nicolino Grande Aracri.

Il collegio difensivo

Spetterà agli avvocati, impegnati nel dibattimento o nel giudizio con rito abbreviato (Saverio Loiero, Vittoria Aversa, Andrea Gatto, Valerio Murgano, Vitaliano leone, Enzo De Caro, Piero Mancuso, Giuseppe Fonte, Gennaro Pierino Mellea) smontare le ipotesi accusatorie.

LEGGI QUI | ‘Ndrangheta e appalti nel Catanzarese, gli imprenditori Lobello all’abbreviato: ecco quando

LEGGI ANCHE | ‘Ndrangheta e appalti a Catanzaro, la Dda chiude le indagini per 14 (NOMI)

LEGGI ANCHE | ‘Ndrangheta e appalti, Lobello l’imprenditore “protetto” dalle cosche del Crotonese

LEGGI ANCHE | Sequestrati beni per oltre 200milioni di euro nei confronti di tre imprenditori catanzaresi (VIDEO)

LEGGI ANCHE | ‘Ndrangheta e appalti a Catanzaro, ecco i nomi delle aziende sequestrate

LEGGI ANCHE | ‘Ndrangheta e imprenditoria a Catanzaro, 10 misure cautelari

LEGGI ANCHE | ‘Ndrangheta e appalti a Catanzaro, 16 indagati (NOMI-VIDEO)

LEGGI ANCHE | ‘Ndrangheta e appalti, Gratteri: “Le imprese mutano pelle per sfuggire alle indagini” (VIDEO)

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“Catanzaro non è una città alla portata dei disabili”

Carmen Mirarchi

Contrabbando di gasolio, smantellato gruppo tra Sicilia e Calabria: 4 arresti e maxi sequestro

Mirko

Il Volley Soverato si aggiudica il torneo “Chapeau 4.0”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content