Calabria7

Codacons, lanciata azione risarcitoria per precari calabresi della scuola

riaprono le scuole

Il Codacons lancia oggi in Calabria una nuova azione risarcitoria riservata ai precari della scuola residenti in regione.

Come noto l’ordinamento italiano non riconosce in favore del lavoratore precario della scuola pubblica – sia esso appartenente al personale DOCENTE o ATA – il trattamento economico corrispondente all’anzianità di servizio maturata in forza dei contratti a termine conclusi con l’amministrazione scolastica, come invece accade per il personale di ruolo. Da sempre il MIUR si rifiuta di riconoscere in favore dei precari della scuola, anche dopo la loro immissione in ruolo, l’intera anzianità di servizio maturata per effetto dei contratti di lavoro a tempo determinato. Eppure, la giurisprudenza è da tempo di segno contrario. Di recente anche la Corte di giustizia Europea ha avuto modo di ribadire che i lavoratori a tempo determinato non devono ricevere un trattamento meno favorevole di quello riservato ai lavoratori a tempo indeterminato comparabili.
Per tale motivo il Codacons, che da anni si batte al fianco dei precari della scuola collezionando migliaia di vittorie, lancia oggi una azione legale per i precari della scuola della Calabria, finalizzata a far ottenere loro il riconoscimento per intero dell’anzianità di servizio maturata in forza di contratti di lavoro a tempo determinato conclusi con il MIUR per lo svolgimento di mansioni di docente o di personale ATA, ancorché non continuativi, oltre al risarcimento dei danni per aver dovuto vivere come precari, quindi senza possibilità di fare progetti a lungo termine, per anni!

Tutti gli interessati possono aderire all’azione alla pagina https://codacons.it/chiedi-il-riconoscimento-dellanzianita-di-servizio-per-gli-anni-di-lavoro-precario-per-il-miur/

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Edilizia sostenibile, Confartigianato: “Occasione per territorio”

Matteo Brancati

Catanzaro, inaugurata la mostra “Mimmo Rotella e la Storia dell’Arte”

Mirko

Il maestro orafo Gerardo Sacco ha battuto il Covid: “Sono guarito”

Mimmo Famularo
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content