Collezione primavera-estate Catanzaro, erbacce incolte e sporcizia nella zona Sud

di Danilo Colacino – Collezione primavera-estate Catanzaro, verrebbe da dire per l’assoluta puntualità con cui il fastidioso e anche grave problema ricorre. Di cosa parliamo? Dell’erba troppo alta o lunga, fate voi, nel capoluogo. Una disfunzione che in città è ricorrente, soprattutto in alcuni quartieri.

Basti pensare, infatti, a una serie di vie e strade secondarie della zona Nord, del centro storico così come, soprattutto, dell’area Sud. Ma ci riferiamo anche ad arterie della rete di comunicazione locale, molto più trafficate. È il caso, ad esempio, delle propaggini della vegetazione che costeggia la carreggiata dell’area di Lucrezia della Valle. Fogliame e arbusti che bisognerebbe tagliare adesso, ma sarebbe più esatto mettere in rilievo l’urgenza di tale intervento già nel tardo mese di marzo, in modo da evitare che si allunghino molto di più e ricadano sul lembo della corsia. Si tratta di piante e grossi cespugli che impediscono il passaggio a piedi, altrimenti possibile, e danno molta noia in particolare ai motociclisti, i quali rischiano di sbatterci contro. C’è però un altro aspetto che non va trascurato: la minaccia all’igiene pubblica, che verrà amplificata dalla verosimile brusca impennata delle temperature delle prossime settimane – con un aumento esponenziale fino all’ingresso della bella stagione – dopo l’inattesa coda di inverno di questo incerto inizio di maggio.

Basti pensare, infatti, a una serie di vie e strade secondarie della zona Nord, del centro storico così come, soprattutto, dell’area Sud. Ma ci riferiamo anche ad arterie della rete di comunicazione locale, molto più trafficate. È il caso, ad esempio, delle propaggini della vegetazione che costeggia la carreggiata dell’area di Lucrezia della Valle. Fogliame e arbusti che bisognerebbe tagliare adesso, ma sarebbe più esatto mettere in rilievo l’urgenza di tale intervento già nel tardo mese di marzo, in modo da evitare che si allunghino molto di più e ricadano sul lembo della corsia. Si tratta di piante e grossi cespugli che impediscono il passaggio a piedi, altrimenti possibile, e danno molta noia in particolare ai motociclisti, i quali rischiano di sbatterci contro. C’è però un altro aspetto che non va trascurato: la minaccia all’igiene pubblica, che verrà amplificata dalla verosimile brusca impennata delle temperature delle prossime settimane – con un aumento esponenziale fino all’ingresso della bella stagione – dopo l’inattesa coda di inverno di questo incerto inizio di maggio.

Condizioni che in un habitat caratterizzato da mega-cespugli favorirebbero l’arrivo di insetti e ogni genere di animali alla ricerca di frescura. Senza contare l’occasione offerta a quei cittadini incivili, che ne farebbero un ricettacolo di rifiuti di varia natura. Fattori di pericolo, appunto, per la salute della collettività, residenti dell’area su tutti.

Redazione Calabria 7

(Foto tratta dai social)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Un fenomeno drammatico e particolarmente preoccupante. La Polizia fornisce i numeri per consentire l'avvio immediato delle ricerche
Si terrà venerdì 31 maggio nell’Auditorium del Campus “Salvatore Venuta”, all’Università “Magna Graecia” di Catanzaro
E' stata avvistata a poca distanza dalle coste di Briatico, l’esemplare era in evidente stato di difficoltà
Vincitore del primo premio e di tutti i premi speciali in alcuni dei più prestigiosi concorsi internazionali per pianoforte
Datisi alla fuga, i malviventi hanno effettuato dei prelievi in due distinti uffici postali di Crotone per un totale di 850 euro
Il cancro del colon-retto rappresenta in Italia la terza neoplasia negli uomini e la seconda nelle donne.
Il governatore sottolinea l'importanza delle risorse ottenute in seguito all'accordo con il Ministero dell'Ambiente
In evidente stato di shock è stata affidata ai sanitari del Suem118 e trasportata in ospedale per accertamenti
L’attività di monitoraggio è andata avanti per tutta la notte e ancora in queste ore le strutture sul territorio sono allertate e pronte ad intervenire
Al convegno è intervenuto anche il procuratore di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri, che ha parlato del ruolo egemone della ‘ndrangheta nel narcotraffico
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved