Colpisce tre uomini con le forbici in strada: arrestato

I giovani hanno riportato ferite superficiali alle braccia e alle gambe

Indossando una felpa rossa e brandendo un grosso paio di forbici ha terrorizzato la notte scorsa il quartiere di San Lorenzo, uno dei luoghi della movida romana più frequentati. Tre le vittime che non sono scampate alla furia del 36enne,un cittadino somalo, che è stato arrestato dalla polizia in via Giolitti, a due passi dalla stazione Termini. Al culmine di un litigio, che secondo alcuni testimoni sarebbe nato per una bottiglia rotta, l’uomo ha ripetutamente colpito alla testa e all’addome un cittadino di 35 anni ferendolo gravemente, in via dei Volsci. Due amici della vittima sono intervenute per bloccarlo ma sono rimaste ferite anche loro, riportando tagli non gravi alle braccia e alle gambe. 

Mentre l’aggressore si allontanava, i feriti e alcune persone che avevano assistito alla scena hanno chiamato la polizia e, quando sono giunti gli agenti del Reparto Volanti, gli hanno descritto l’uomo. Nel frattempo, è stato soccorso il 35enne che perdeva molto sangue dalla testa e che è stato portato in gravi condizioni al Policlinico Umberto I. I suoi due amici, feriti in maniera più lieve, sono stati portati uno all’Umberto I, l’altro al San Giovanni.  L’aggressore è stato rintracciato dagli agenti del commissariato Viminale in corrispondenza sottopasso Turbigo, che collega via Marsala con via Giolitti, sempre nei pressi della stazione Termini. Quando l’hanno trovato aveva ancora le mani sporche di sangue e nello zaino aveva messo la felpa rossa indossata al momento dell’aggressione e le grandi forbici. Per il cittadino somalo è scattato il fermo di polizia giudiziaria per l’accusa di tentato omicidio. Per lui anche la denuncia con l’accusa di lesioni aggravate. L’uomo è stato portato nel carcere di Regina Coeli a disposizione dell’autorità giudiziaria. 

Mentre l’aggressore si allontanava, i feriti e alcune persone che avevano assistito alla scena hanno chiamato la polizia e, quando sono giunti gli agenti del Reparto Volanti, gli hanno descritto l’uomo. Nel frattempo, è stato soccorso il 35enne che perdeva molto sangue dalla testa e che è stato portato in gravi condizioni al Policlinico Umberto I. I suoi due amici, feriti in maniera più lieve, sono stati portati uno all’Umberto I, l’altro al San Giovanni.  L’aggressore è stato rintracciato dagli agenti del commissariato Viminale in corrispondenza sottopasso Turbigo, che collega via Marsala con via Giolitti, sempre nei pressi della stazione Termini. Quando l’hanno trovato aveva ancora le mani sporche di sangue e nello zaino aveva messo la felpa rossa indossata al momento dell’aggressione e le grandi forbici. Per il cittadino somalo è scattato il fermo di polizia giudiziaria per l’accusa di tentato omicidio. Per lui anche la denuncia con l’accusa di lesioni aggravate. L’uomo è stato portato nel carcere di Regina Coeli a disposizione dell’autorità giudiziaria. 

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
A salvare la ragazza fu un automobilista di passaggio che le offrì un passaggio vedendola in difficoltà col fidanzato che la strattonava
Colpo di scena alla prima udienza, con il Pubblico Ministero che ha chiesto l’immediato proscioglimento per non aver commesso il fatto
Le dichiarazioni del direttore dei lavori e del capo cantiere e le rivelazioni dei pentiti nelle carte dell'inchiesta della Dda
"L’aria di Parigi, ma anche di altri luoghi del mondo, sarà il viaggio ideale in musica ricco di sfumature e coinvolgente del Duo Mètro"
L’operazione consentirà di portare a termine il completo rinnovo del parco mezzi dedicato all'emergenza-urgenza della provincia di Catanzaro
L'USB chiede le dimissioni del Ministro dei Trasporti e della dirigenza di RFI. "Gravi motivi legati alla sicurezza della circolazione dei treni"
Ci saranno incontri, dibattiti e laboratori su diverse tematiche con la partecipazione del team di Internazionale Kids
Il bambino, la sua mamma e il fratello di 4 anni sono deceduti sotto le bombe lanciate da Israele sulla Striscia di Gaza
Giovani crotonesi di 22 e 29 anni sono stati scoperti dalla Squadra Volante in possesso di involucri contenenti cocaina e marijuana
I sindacalisti: "Calo demografico, disoccupazione più alta d'Europa, ridimensionamento scolastico e una sanità pubblica in gravi difficoltà"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved