Colpo alla ‘ndrangheta di Vibo, il questore Ruperti e il colonnello Toti: “Chiusa stagione di sangue”

La sinergia tra polizia e carabinieri è culminata nel blitz che questa notte ha portato all’arresto di 14 persone: “Essere mafiosi non è convenuto a nessuno”

Un’operazione congiunta che è il simbolo di una grande sinergia tra carabinieri e polizia. Insieme hanno fatto squadra sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro e all’alba di oggi hanno raccolto i frutti di un lavoro datato nel tempo e che permette di ricostruire quattro efferati fatti di sangue commessi nel Vibonese negli ultimi venti anni. Hanno lavorato notte e giorno per trovare riscontro alle parole dei collaboratori di giustizia e assicurare alla giustizia i presunti assassini di Massimo Stanganello, Michele Palumbo, Mario Longo e Davide Fortuna, giustiziati a vario titolo e con modalità diverse tra il 2008 e il 2012.

“Perché non conviene essere mafiosi”

“Perché non conviene essere mafiosi”

“Si chiude una stagione di sangue cruenta” ha commentato il comandante provinciale dei Carabinieri di Vibo il colonnello Luca Toti.  “Abbiamo arrestato quattordici soggetti esponenti di due pervicaci e pericolisissime strutture di ‘ndrangheta che dal 2008 fino al 2013 hanno insanguinato il nostro territorio”. Da una parte il clan dei Piscopisani collegati ai Tripodi, dall’altra quello dei Patania spalleggiati dai Mancuso di Limbadi. “Essere mafioso – ha sottolineato il questore di Vibo Rodolfo Ruperti – non è convenuto a nessuno. In questa epopea di sangue ci sono state persone uccise, altre già condannate per alcuni reati e altri ancora attinti oggi da un’ulteriore misura cautelare con gravi indizi di colpevolezza”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il comando di Polizia locale ha disposto il divieto di sosta, con zona rimozione, in Piazza Basilica Immacolata
La bimba, ferita agli arti inferiori, non versa in pericolo di vita ed è stata trasportata al pronto soccorso. La mamma è grave
"Tra i segnali ricorrono scarsa igiene o un odore sgradevole, abiti sporchi, malnutrizione e disidratazione non correlate a una patologia"
Ad operare cinque mezzi dei Vigili del fuoco con dodici uomini. Sl posto per gli accertamenti di rito anche i carabinieri
Confermato l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Francesco Putortì, indagato per omicidio e tentato omicidio
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved