Incendio in area residenziale di San Giovanni in Fiore, piromane in manette

Le Fiamme Gialle hanno trovato e sequestrato oltre 70 accendini durante una perquisizione nell'abitazione dell'uomo
operazione finanza

I finanzieri del Comando provinciale di Cosenza hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare personale degli arresti domiciliari nei confronti di un 73enne, accusato della commissione di un incendio avvenuto il 15 luglio 2021 nel comune di San Giovanni in Fiore. L’incendio, di natura dolosa, si era propagato in pochi minuti in prossimità di un’area residenziale, impegnando per diverse ore gli operatori dei vigili del fuoco di Cosenza prima dello spegnimento e della messa in sicurezza dell’area.

Le indagini

Le indagini

Il provvedimento cautelare, disposto dal gip del Tribunale di Cosenza, è stato emesso a seguito di articolate attività investigative condotte dai militari della Tenenza di San Giovanni in Fiore, intervenuti sul posto in occasione dell’evento. Le Fiamme Gialle, coordinate dalla Procura della Repubblica di Cosenza, a seguito di un’intensa ed articolata attività informativa, di analisi delle registrazioni acquisite da un sistema di sorveglianza attivo, installato nelle vicinanze dell’area interessata, nonché sulla base di alcune testimonianze di abitanti della zona, hanno identificato il piromane, ritenuto autore dell’incendio che, anche a causa della sua vasta portata, avrebbe potuto mettere a repentaglio l’incolumità dei residenti e delle abitazioni.

Al fine di supportare gli elementi investigativi acquisiti, i Finanzieri, nel corso di perquisizioni domiciliari, disposte dall’autorità giudiziaria inquirente nell’abitazione dell’indagato residente nello stesso comune di San Giovanni in Fiore, hanno sottoposto a sequestro oltre 70 accendini nonché alcuni abiti in uso all’uomo e coincidenti con quelli delle immagini che hanno immortalato l’autore dell’evento criminale del luglio scorso. L’attività investigativa svolta dalla Guardia di Finanza e coordinata dalla locale Procura, si inquadra nelle più ampie azioni a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. Per tale tipologia di delitti il Codice penale prevede la reclusione fino a 7 anni di reclusione.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Duro attacco dell'aspirante primo cittadino al centrodestra e all'opposizione in Consiglio comunale: "Siamo noi la vera alternativa"
Al De Simone amaranto in vantaggio e raggiunti prima dell'intervallo. Poi l'espulsione di Mungo complica i piani e nel finale arriva il kappaò
Sarà ancora una volta tutto esaurito lo stadio Ceravolo. La gara d'andata della semifinale sarà diretta dal genovese Matteo Marcenaro
Sarebbero volate parole grosse per futili motivi e qualche spinta, ma nulla che potesse far pensare a un tragico epilogo
La notizia è stata annunciata all'Italian Pavilion di Cannes dal direttore Casadonte. Ricco il parterre del Magna Graecia Film Festival 2024
La Meloni ha definito l'Europa un "continente stanco, sottomesso e coccolato che ha pensato di poter scambiare la libertà con la comodità"
La pistola è stata sequestrata dai carabinieri e sottoposta ai controlli del caso e l’uomo è stato portato in carcere
Serie B
Giallorossi a un passo dall'eliminazione ma al 7' di recupero del secondo tempo regolamentare Donnarumma trova il due a due e regala la semifinale con la Cremonese
La mobilità sostenibile è un tema che tocca molto da vicino le piccole imprese, in cui l’artigianato ha un ruolo predominante
I raggi ultravioletti incidono nelle strutture cellulari della pelle. Tra aprile e ottobre bisognerebbe applicare la protezione solare
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved