Calabria7

Comunali 2020, Giuseppe Falcomatà riconfermato sindaco di Reggio Calabria

falcomatà

Giuseppe Falcomatà sarà sindaco di Reggio Calabria anche per i prossimi cinque anni. Concluso lo spoglio, il candidato del centrosinistra riconquista ufficialmente la fascia di tricolore con il 58,36% dei voti contro il 41,64% dello sfidante Antonino Minicuci, candidato sindaco indicato dalla Lega a capo di una coalizione formata anche da Forza Italia, Fratelli D’Italia e altre liste civiche.

Al primo turno, il nuovo primo cittadino era stato il più votato con il 37,17%, mentre Minicuci si era fermato al 33,69%. Scatterà, quindi, il premio di maggioranza alla coalizione di centrosinistra che elegge così altri 9 consiglieri comunali rispetto a quelli già resi ufficiali dopo il primo turno di quindici giorni fa.

“La vittoria della città”

“Questa è la vittoria della città, è la vittoria dei reggini. La città si è protetta e noi abbiamo provato a difenderla in tutti i modi – afferma Falcomatà – E’ stata una campagna elettorale lunga, difficile, travagliata per tutti i motivi che voi conoscete. In questa campagna elettorale noi abbiamo sentito due cose, tanta fiducia e tanto affetto da parte dei cittadini, ma abbiamo anche sentito una forte domanda di cambiamento nella continuità. Ed è questo – ha aggiunto – quello che vogliamo fare da domani, da domani cambieranno tante cose, vogliamo chiamare a raccolta tutti i reggini di buona volontà perché davvero oggi ci sono le condizioni per costruire un futuro migliore tutti insieme. Io chiamo a raccolta tutta la città, la campagna elettorale è conclusa, adesso le sfide del domani le dobbiamo raccogliere e le dobbiamo combattere tutti insieme e quindi la città deve continuare a essere unita”.

“Salvini passa pa casa”

Falcomatà ha aggiunto che “il meglio deve ancora venire e questo lo sappiamo perché abbiamo attraversato davvero l’inferno in questi sei anni e abbiamo lavorato per superarlo indenni e così è stato però siamo anche ironici, a noi piace sorridere ed essere un po’ dissacranti. E’ stata una campagna elettorale che ci ha visto contrapposti, che ha visto scimmiottare anche alcune cose che io ho detto in passato però è stata una campagna elettorale in cui qualcuno voleva provare a mettere bandierine nella nostra città, noi non lo abbiamo permesso e allora con simpatia e col sorriso diciamo “Salvini passa pa casa”.

Redazione Calabria 7

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Carenza idrica a Vibo, il Pd: “Amministrazione incapace”

Damiana Riverso

Banda Ultra Larga, Ferro: ritardi rischiano di causare il disimpegno delle risorse

Mirko

Coronavirus, torna l’Italia a colori: Calabria in zona arancione

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content