Comunali a Vibo, sarà ballottaggio: Cosentino e il centrodestra non sfondano e il voto disgiunto premia Romeo

I dati ufficiali: Forza Italia (con Forza Vibo) primo partito in città ma non basta per vincere subito. In doppia cifra il Pd e Vito Pitaro

I giochi sono fatti e le sorprese non sono mancate nel primo turno delle Comunali di Vibo. Come da pronostici si va al ballottaggio e al match finale accedono Roberto Cosentino (candidato a sindaco del Centrodestra) ed Enzo Romeo (Polo progressista). Fuori dai giochi invece il candidato dei centristi l’avvocato Francesco Muzzopappa. Rispettati, quindi, i pronostici della vigilia elettorale che volevano uno scontro finale tra il top manager della Regione e l’ex presidente della Provincia Enzo Romeo.

I dati ufficiali del primo turno

I dati ufficiali del primo turno

Roberto Cosentino ha ottenuto 7058 preferenze pari al 38,43% dei voti, circa 500 in meno rispetto a quanto raccolto dalle sue liste. Forza Italia si è fermata sotto il 10% con 1739 preferenze ottenute, vincendo il derby con la lista “gemella” Forza Vibo (8,43% con 1528 voti). Poi Fratelli d’Italia, sul podio con 1499 preferenze e l’8,27%, quindi la lista del sindaco “Oltre” e quella di Stefano Luciano “Vibo Unica”. Sotto il 4% Indipendenza. Cosentino si presenta al ballottaggio con quasi sette punti percentuali e 1200 voti di differenza con Enzo Romeo che raggiunge quasi il 32% con 5863 voti. A proiettarlo verso lo spareggio è soprattutto il voto disgiunto con quasi mille voti in più rispetto alle sue liste ferme al 27,39% con meno di 5mila voti raccolti. Il Partito democratico sfiora il 10% (1798 preferenze) tallonato dal Centro Studi Progetto Vibo (9,22% con 1672 voti). Poco sopra il 4% il Movimento Cinquestelle e al di sotto della soglia critica Liberamente Progressisti e Avs. Al contrario le liste del polo di centro raccolgono il 30% dei consensi, quasi due punti in più del candidato a sindaco Francesco Muzzopappa che si ferma al 28,85%. Va in doppia cifra la lista di Vito Pitaro che, tuttavia, non supera le duemila preferenze. Poco sopra i mille voti Insieme al Centro (Noi Moderati e Udc) e Identità Territoriale (ottima performance di Anthony Lo Bianco con 400 voti). Deludenti i risultati di Azione, Italia Viva e Idm che raccolgono briciole

Gli scenari in vista del ballottaggio

Archiviata questa prima fase si passa al prossimo turno quando gli elettori dovranno scegliere chi dovrà guidare l’amministrazione comunale per i prossimi cinque anni. Cosa leggere in questa tornata elettorale? Il centrodestra al di sotto delle aspettative per stessa ammissione del candidato a sindaco Cosentino. Il pupillo del governatore Roberto Occhiuto e del suo luogotenente Tonino Daffinà è riuscito comunque a vincere questa prima “battaglia” senza riportare ferite in grado di azzopparlo o quantomeno di intaccare la sua credibilità. Cosentino, con questa prima vittoria, ottenuta senza eccessivo sforzo, si presenterà al match finale con una coalizione che dovrà dimostrare compattezza e solidità per avere la meglio e non sciupare un buon vantaggio. Se il candidato del centrodestra resta avanti ma non sfonda, il leader dei Progressisti non scherza. Romeo, infatti, dopo una campagna elettorale condotta con grande oculatezza è pronto a riscendere in campo guardando alle due coalizioni sconfitte. Il presidente emerito, il 23 e 24 giugno, se accordo si farà, potrebbe contare sui voti di Rifondazione Comunista e su alcuni uomini forti del Polo di Centro. Le alleanze, magari sottobanco, non verranno snobbate. Sono in molti a pensare che i Progressisti faranno di tutto per assicurarsi l’appoggio di alcuni uomini forti dei Centristi. Anthony Lo Bianco potrebbe essere uno di questi visto che può contare su un vasto consenso elettorale giovanile. Chi vivrà vedrà.

I RISULTATI DELLE COMUNALI DI VIBO SEZIONE PER SEZIONE (Clicca qui)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
Il gup nelle motivazioni della sentenza: "era a conoscenza dei rapporti tra 'ndrangheta e servizi segreti"
I genitori hanno scoperto casualmente un anno fa della malattia del figlio, dopo una serie di accertamenti
"Il mio ginecologo mi ricorda che devo controllare una cisti ovarica. Da lì parte uno tsunami. Risonanza, ricovero, operazione. Ciao ovaie"
Prende il posto di Bruno Trocini. Da giocatore ha indossato la maglia amaranto tra il 1988 e il 1990 ai tempi di Nevio Scala
I tempi? Appena la vice presidente Princi sarà proclamata in Europarlamento. Il governatore conferma: "Ho intenzione di alleggerirmi di alcune competenze"
Accolto l'appello della difesa. Nessuna pericolosità sociale: "non esistono elementi da cui desumere l'appartenenza alla 'ndrangheta"
Buone notizie dall'occupazione: è aumentata anche nel 2023, sia nella componente autonoma sia per quella alle dipendenze
E' stato bloccato dalla polizia mentre vagava in una zona di campagna. Si trova in stato di fermo negli uffici del commissariato
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved