Calabria7

Comunali, al voto 2 centri del Crotonese commissariati per mafia

Torneranno al voto alle amministrative dei prossimi 22 e 23 novembre i comuni di Casabona e Crucoli, nel Crotonese, dopo 24 mesi in cui sono stati amministrati da commissione prefettizie. Sia il consiglio comunale di Casabona che quello di Crucoli, infatti, sono stati sciolti per infiltrazioni mafiose nel novembre 2018 in seguito all’indagine della Dda di Catanzaro denominata Stige che ha portato alla luce i condizionamenti della cosca Farao Marincola di Cirò su alcuni enti pubblici del crotonese. A Casabona sono state presentare due liste: “Il bene in Comune” guidata dal candidato a sindaco Mimmo Capria, e “Ripartiamo” che ha come candidato a sindaco Francesco Seminario. Due le liste anche a Crucoli: “Insieme si può” che candida a sindaco Domenico Vulcano, già sindaco fino al 2018, e “Rinascita e Cambiamento” guidata dal candidato sindaco Giovanni Librandi, consigliere comunale fino al 2018.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro, Riccio: “Comune tratta per presidio Proloco. Ma chi decide al settore patrimonio?”

Matteo Brancati

Comune Roggiano Gravina: arriva commissario dopo dimissioni consiglieri

manfredi

Una pista abusiva in bosco comunale, una denuncia

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content