Calabria7

Comunali, presentata la lista “Io scelgo Catanzaro”. Speziali: “Un polo municipalista”

“Siamo riusciti – e dubbi nessuno li ha mai avuti, anche qualcuno notoriamente di dimostrata malafede che adesso si ritrova assieme a qualche suo consimile amorale e apolitico, senza lista ed identità, ma sempre in direzione della corte dei miracoli o degli invasori padovani ed in barba (in tutti i sensi!) a Catanzaro- e con orgoglio presentiamo la lista “Io scelgo Catanzaro”, costruita intorno ad un galantuomo come Antonello Talerico, il quale sarà il futuro sindaco della città e quindi del capoluogo di regione”. E’ quanto dichiara in una nota stampa Vincenzo Speziali, presentatore e rappresentante della lista “Io scelgo Catanzaro”.

Un polo municipalista

“Ci batteremo forti della nostra scelta politico identitaria -ovvero di naturale appartenenza al centrodestra- ancora una volta chiamati dalla storia ad essere “Liberi e Forti”, ma soprattutto con la credibilità del nostro programma e con l’orgoglio di avere il migliore, il più credibile e il maggiormente prestigioso dei candidati a Sindaco (cioè il nostro!). Antonello Talerico, infatti, opera da anni in favore concreto e riconosciuto per la nostra comunità ed in più, non ha pretenziosità accademiche, che si potrebbero riscontrare in qualcuno, il quale a sua volta è persino berlingueriano: è notorio come noi democristiani, siamo morali, perciò -per alcuni migliori- quindi credibili!”.
“La nostra aggregazione è sì di centrodestra, ma è un polo, non civico, bensì municipalista, in quanto ci rifacciamo, orgogliosamente, a Sturzo e non a Bordiga (primo segretario del Partito Comunista d’Italia, di cui è nostalgico uno che incede nel nostro solco, non essendolo e rimarcandolo, in faccia a chi lo sostiene e senza rispettarli), quindi coniugheremo nella futura azione amministrativa, un umanesimo integrale ispirato persino a Maritain, non certo a Marx (costui, infatti, è di pertinenza del candidato che hanno sposato ex plurimarlamentari che si definiscono, strumentalmente, morotei -ma non hanno rapporti con la famiglia del defunto Presidente martire- oppure ai ‘camuffati’ di alcune formazioni di centrodestra, i quali hanno abdicato alla loro identità). Vinceremo per il bene e il futuro di questa città che rilanceremo, ridandole ruolo, prestigio e vestigia di ‘Capitale della Calabria’, conurbando e sviluppando i quartieri secondo un programma non di cubicita`, bensì di solidarietà e di visione”.

I punti principali del programma

“Verde sostenibile, programmazione economica  incisiva, spese razionali, servizi sociali efficienti, sapiente gestione dei rifiuti (la raccolta indifferenziata, politicamente e immoralmente parlando, la si lasci, credibilmente ad altrui che la stanno praticando e noi ci opporremo a costoro, vincendo) e il tutto, ovvero la nostra visione sarà supportata da collaborazione e sostegno di eminenti professionalità, le quali coinvolgeremo trasparentemente, proprio per assicurare la riuscita della Catanzaro del futuro: entreremo in una nuova era, e da protagonista di una storia bella! Avanti, quindi, avanti sempre, con una mano sul cuore e l’altra a stringere la prospettiva del domani. Quello migliore, quello che costruiremo con tutti i cittadini”.
© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sanità, maxillo-facciale d’eccellenza al Policlinico di Catanzaro

Matteo Brancati

“Acqua bene comune”, la politica ambientale del candidato sindaco della lista “Per Belcastro”

Maurizio Santoro

Catanzaro, Abramo sollecita l’Asp: “Convochino Conferenza dei sindaci”

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content