Comunali Vibo, il consigliere regionale Lo Schiavo: “Nella nostra lista persone libere”

Il movimento regionale Liberamente progressisti sarà presente alle prossime elezioni amministrative dell’8 e del 9 giugno a Vibo Valentia con una propria lista
È quanto dichiara il consigliere regionale Antonio Lo Schiavo (presidente del Gruppo misto – Liberamente progressisti) a seguito della discussione dell’interrogazione presentata sul rischio licenziamenti dei lavoratori della discarica di Alli, nel Catanzarese.

Il movimento regionale Liberamente progressisti sarà presente alle prossime elezioni amministrative dell’8 e del 9 giugno a Vibo Valentia con una propria lista, allestita dal leader dello stesso movimento, il consigliere regionale Antonio Lo Schiavo, insieme a Alleanza Verdi e Sinistra. Il patto elettorale che unisce le istanze progressiste, pacifiste ed ecologiste correrà sotto le comuni insegne della lista denominata “Progressisti per Vibo”, il cui simbolo contiene, appunto, i loghi di entrambi i soggetti politici. Ventotto i candidati della lista, espressione del mondo delle professioni, del volontariato, del sociale nonché storici esponenti di area che hanno creduto convintamente nella proposta rappresentata dal consigliere regionale vibonese schierandosi al suo fianco e, insieme a lui, convintamente, a sostegno del candidato della coalizione di centrosinistra Enzo Romeo.

“Abbiamo lavorato con estrema determinazione – dichiara Lo Schiavo a tal proposito – per la formazione di una lista che vuole incarnare l’anima progressista della coalizione di centrosinistra, convinti che questo elemento possa apportare un contributo significato, sia in termini di qualità che di consensi, alla corsa del nostro candidato Enzo Romeo verso l’elezione a primo cittadino. L’aver puntato su tanti professionisti e su figure estremamente qualificate, su attivisti di comprovata passione politica e civile nonché su amministratori di chiara esperienza e affidabilità; l’aver privilegiato logiche di trasparenza, dirittura morale e onestà in luogo di meri calcoli elettorali; l’aver, infine, scelto in base alle competenze e alla determinazione dei candidati nel voler incidere positivamente nel necessario e ormai improcrastinabile cambiamento della nostra città, sono certo offrirà agli elettori la possibilità di fare una scelta consapevole e di poter dare il proprio voto a persone libere, appassionate, desiderose di dare il proprio contributo. Avevamo preso un impegno con la coalizione di centrosinistra e lo abbiamo mantenuto. Non era facile e non era scontato. Nonostante molti lo ritenessero impossibile, abbiamo invece conseguito l’obiettivo di esserci con una nostra autonoma proposta. Avremmo potuto optare per scelte più semplici, ma ancora una volta abbiamo scelto generosamente gli interessi della nostra colazione, allargando il suo perimetro oltre i partiti tradizionali. Abbiamo, in altre parole, scelto la strada della coerenza e responsabilità. Dietro la lista Progressisti per Vibo non ci sono capi-elettori o apparati di potere né macchine del consenso, non ci sono incarichi da distribuire o cambiali politiche da saldare. C’è solo il lavoro certosino di costruzione, mattone dopo mattone, di una proposta seria e credibile e di un gruppo coeso e consapevole che si è ritrovato nel perimetro di valori morali e obiettivi politici condivisi e li ha messi a disposizione della coalizione di centrosinistra che, con Enzo Romeo sindaco, tornerà alla guida della città di Vibo Valentia dopo tre lustri di amministrazione ininterrotta da parte delle destre. Ringrazio dunque tutti i nostri candidati, Alleanza Verdi e Sinistra che si è unita a noi in questo percorso, e il nostro candidato di coalizione al fianco del quale ci schieriamo con determinazione nel cammino che lo vedrà sindaco della nostra città”.

“Abbiamo lavorato con estrema determinazione – dichiara Lo Schiavo a tal proposito – per la formazione di una lista che vuole incarnare l’anima progressista della coalizione di centrosinistra, convinti che questo elemento possa apportare un contributo significato, sia in termini di qualità che di consensi, alla corsa del nostro candidato Enzo Romeo verso l’elezione a primo cittadino. L’aver puntato su tanti professionisti e su figure estremamente qualificate, su attivisti di comprovata passione politica e civile nonché su amministratori di chiara esperienza e affidabilità; l’aver privilegiato logiche di trasparenza, dirittura morale e onestà in luogo di meri calcoli elettorali; l’aver, infine, scelto in base alle competenze e alla determinazione dei candidati nel voler incidere positivamente nel necessario e ormai improcrastinabile cambiamento della nostra città, sono certo offrirà agli elettori la possibilità di fare una scelta consapevole e di poter dare il proprio voto a persone libere, appassionate, desiderose di dare il proprio contributo. Avevamo preso un impegno con la coalizione di centrosinistra e lo abbiamo mantenuto. Non era facile e non era scontato. Nonostante molti lo ritenessero impossibile, abbiamo invece conseguito l’obiettivo di esserci con una nostra autonoma proposta. Avremmo potuto optare per scelte più semplici, ma ancora una volta abbiamo scelto generosamente gli interessi della nostra colazione, allargando il suo perimetro oltre i partiti tradizionali. Abbiamo, in altre parole, scelto la strada della coerenza e responsabilità. Dietro la lista Progressisti per Vibo non ci sono capi-elettori o apparati di potere né macchine del consenso, non ci sono incarichi da distribuire o cambiali politiche da saldare. C’è solo il lavoro certosino di costruzione, mattone dopo mattone, di una proposta seria e credibile e di un gruppo coeso e consapevole che si è ritrovato nel perimetro di valori morali e obiettivi politici condivisi e li ha messi a disposizione della coalizione di centrosinistra che, con Enzo Romeo sindaco, tornerà alla guida della città di Vibo Valentia dopo tre lustri di amministrazione ininterrotta da parte delle destre. Ringrazio dunque tutti i nostri candidati, Alleanza Verdi e Sinistra che si è unita a noi in questo percorso, e il nostro candidato di coalizione al fianco del quale ci schieriamo con determinazione nel cammino che lo vedrà sindaco della nostra città”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved