Comune Catanzaro, Lega: “Fiorita non ha più una maggioranza, si dimetta”

"Oggi è venuto meno il numero legale perché molti dei componenti dello schieramento di Fiorita lo hanno abbandonato al suo destino"
consiglio comunale catanzaro

“L’ultima seduta del Consiglio comunale ha certificato un fatto incontestabile: il sindaco Fiorita non ha più una maggioranza. Nonostante il senso di responsabilità dimostrato (non solo in questa occasione) dal gruppo della Lega, che è rimasto in Aula fino all’ultimo, è venuto meno il numero legale perché molti dei componenti dello schieramento di Fiorita lo hanno abbandonato al suo destino”. E’ quanto scrive in una nota il gruppo Lega al Comune di Catanzaro”.

“Una fuga attuata nel mentre doveva essere discussa una pratica urbanistica presentata dal vicesindaco Giusi Iemma. Il vicesindaco e presidente dell’Assemblea regionale del Partito democratico Iemma è stata, nei fatti, sfiduciata dall’Aula e dai suoi alleati. Al pari, di un altro esponente del Pd, l’assessore all’Ambiente Aldo Casalinuovo, che è stato il bersaglio di innumerevoli attacchi e che nessuno della propria coalizione ha avuto il ritegno di difendere. Alla certificata instabilità politica, la compagine Fiorita aggiunge la completa inefficacia e inefficienza amministrativa. La situazione di degrado e di incuria in cui versa la città è sotto gli occhi di tutti i cittadini. Le promesse di cambiamento declamate in campagna elettorale sono state profondamente tradite. E non solo, l’attuale Amministrazione si permette il lusso di perdere, fra gli altri, importanti finanziamenti come quello da 280 mila euro per il rifacimento di una strada a Giovino. L’imbarazzante incapacità sta già provocando danni ai cittadini nonostante la Regione stia provvedendo a supplire elargendo importanti finanziamenti a beneficio della città. Il gruppo Lega è stato finora collaborativo e costruttivo ma di fronte al fallimento del centrosinistra non assisterà più passivamente. Il sindaco Fiorita tragga le dovute conseguenze e si dimetta”.

“Una fuga attuata nel mentre doveva essere discussa una pratica urbanistica presentata dal vicesindaco Giusi Iemma. Il vicesindaco e presidente dell’Assemblea regionale del Partito democratico Iemma è stata, nei fatti, sfiduciata dall’Aula e dai suoi alleati. Al pari, di un altro esponente del Pd, l’assessore all’Ambiente Aldo Casalinuovo, che è stato il bersaglio di innumerevoli attacchi e che nessuno della propria coalizione ha avuto il ritegno di difendere. Alla certificata instabilità politica, la compagine Fiorita aggiunge la completa inefficacia e inefficienza amministrativa. La situazione di degrado e di incuria in cui versa la città è sotto gli occhi di tutti i cittadini. Le promesse di cambiamento declamate in campagna elettorale sono state profondamente tradite. E non solo, l’attuale Amministrazione si permette il lusso di perdere, fra gli altri, importanti finanziamenti come quello da 280 mila euro per il rifacimento di una strada a Giovino. L’imbarazzante incapacità sta già provocando danni ai cittadini nonostante la Regione stia provvedendo a supplire elargendo importanti finanziamenti a beneficio della città. Il gruppo Lega è stato finora collaborativo e costruttivo ma di fronte al fallimento del centrosinistra non assisterà più passivamente. Il sindaco Fiorita tragga le dovute conseguenze e si dimetta”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Entrambi sarebbero in attesa di primo giudizio. A vigilare sui cortili della prigione c'era un solo agente
La strada è stata provvisoriamente chiusa al traffico. Il personale di Anas è sul posto per la gestione della viabilità
Un’opera rock di assoluto valore artistico, storico e culturale, che ci riporta al popolo dei Bretti e al mito di Donna Brettia
Edison Malaj è deceduto schiacciato da una lastra di cemento mentre lavorava nel piazzale delle ex cantine sociali di Frascineto
Al "Ceravolo" una partita equilibrata con brivido finale per i giallorossi, che salgono a 39 punti
L’uomo è stato portato in elisoccorso all’Annunziata di Cosenza. La strada fortunatamente non era trafficata al momento dell’incidente
"Si sta cercando di delocalizzare il poco rimasto nel capoluogo che fino a ora rendeva la stessa realtà, e l'area più centrale della Calabria, attrattivi"
Dirigenti dell’Anas, indagati per presunta corruzione, avrebbero fornito informazioni riservate sulle gare. Tutto ruota intorno alla Inver
È il caso di un uomo di 74 anni. Una Tac alla testa ha rivelato la presenza di un ago per l'agopuntura che stava causando un’emorragia cerebrale
Il Coruc, Comitato regionale universitario di coordinamento della Calabria, ha dato l'ok definitivo
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved