Comune di Orsomarso in festa per i 100 anni di nonna Rosa

Instancabile e dolce guerriera del tempo, donna di una gentilezza che abbraccia tutto il mondo nelle sue mani, che ancora oggi usa nella sua cucina
nonna rosa

La signora Rosa Barletta compie 100 anni. Giornata di festa a Orsomarso, centro della provincia di Cosenza, che sabato 28 gennaio celebrerà il traguardo di longevità raggiunto dalla signora Barletta. Il taglio della torta previsto nella sua abitazione, oltre ai familiari, sarà salutato e vedrà la partecipazione istituzionale del sindaco, dei vicini e degli amici.

Rosa Barletta, nata il 28 gennaio 1923, in località Scorpari, nell’altopiano dove si produceva in passata il granturco italico ed il grano duro,  vedova del compianto Giovanni Grimone e madre di 4 figli. Un vita di lavoro, sacrifici e sobrietà legata alla tradizione e alla terra. Instancabile e dolce guerriera del tempo, donna di una gentilezza che abbraccia tutto il mondo nelle sue mani, che ancora oggi usa nella sua cucina. Una cucina che emana sapori unici e ancestrali, per fortuna non contaminati dalle formule della globalizzazione e quando può, aiutata dalla calma e la dedizione del figlio Franco, continua  a fare prelibatezze che non hanno eguali e che sanno di famiglia, di amore incondizionato, di dono dedicato e sereno come la sua vita.

Rosa Barletta, nata il 28 gennaio 1923, in località Scorpari, nell’altopiano dove si produceva in passata il granturco italico ed il grano duro,  vedova del compianto Giovanni Grimone e madre di 4 figli. Un vita di lavoro, sacrifici e sobrietà legata alla tradizione e alla terra. Instancabile e dolce guerriera del tempo, donna di una gentilezza che abbraccia tutto il mondo nelle sue mani, che ancora oggi usa nella sua cucina. Una cucina che emana sapori unici e ancestrali, per fortuna non contaminati dalle formule della globalizzazione e quando può, aiutata dalla calma e la dedizione del figlio Franco, continua  a fare prelibatezze che non hanno eguali e che sanno di famiglia, di amore incondizionato, di dono dedicato e sereno come la sua vita.

Un percorso che non è stato facile, ma che nella sua completezza è stato unico, senza complicazioni contraffatte come quelle vissute dalle nostre generazioni, basato sulla concretezza del sudore e dell’impegno. Sara forse questo il segreto della felicità? Lo chiederemo a Zia Rosa Sabato 28 gennaio.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
Il gup nelle motivazioni della sentenza: "era a conoscenza dei rapporti tra 'ndrangheta e servizi segreti"
I genitori hanno scoperto casualmente un anno fa della malattia del figlio, dopo una serie di accertamenti
"Il mio ginecologo mi ricorda che devo controllare una cisti ovarica. Da lì parte uno tsunami. Risonanza, ricovero, operazione. Ciao ovaie"
Prende il posto di Bruno Trocini. Da giocatore ha indossato la maglia amaranto tra il 1988 e il 1990 ai tempi di Nevio Scala
I tempi? Appena la vice presidente Princi sarà proclamata in Europarlamento. Il governatore conferma: "Ho intenzione di alleggerirmi di alcune competenze"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved