Concessioni demaniali, impianti cimiteriali e attività cinematografiche: disco verde della Regione

Previsti interventi di ampliamento e messa in sicurezza degli impianti cimiteriali calabresi da finanziare con risorse sui Fondi di coesione

La Giunta della Regione Calabria, su proposta del presidente, ha deliberato il supporto amministrativo e l’opzione procedurale sulle concessioni demaniali marittime, fluviali e lacuali.

È stato, poi, stabilito di dare indirizzo al Dipartimento regionale Lavori pubblici per l’adozione degli atti necessari alla pianificazione e all’esecuzione degli “interventi di ampliamento e messa in sicurezza degli impianti cimiteriali dei Comuni calabresi”, da finanziare con le risorse che saranno rese disponibili sui Fondi di coesione e la cui scheda è stata è stata approvata con la delibera numero 83 del 4 marzo 2023 avente per oggetto “Fondo sviluppo e Coesione 2021-2027. Presa d’atto dell’accordo per lo sviluppo e la coesione delle Regione Calabria sottoscritto il 16 febbraio 2024”. Con lo stesso atto deliberativo il Comune di Tarsia è stato individuato quale destinato ad ospitare i migranti deceduti. Al Comune sarà destinato uno specifico contributo finanziario.

È stato, poi, stabilito di dare indirizzo al Dipartimento regionale Lavori pubblici per l’adozione degli atti necessari alla pianificazione e all’esecuzione degli “interventi di ampliamento e messa in sicurezza degli impianti cimiteriali dei Comuni calabresi”, da finanziare con le risorse che saranno rese disponibili sui Fondi di coesione e la cui scheda è stata è stata approvata con la delibera numero 83 del 4 marzo 2023 avente per oggetto “Fondo sviluppo e Coesione 2021-2027. Presa d’atto dell’accordo per lo sviluppo e la coesione delle Regione Calabria sottoscritto il 16 febbraio 2024”. Con lo stesso atto deliberativo il Comune di Tarsia è stato individuato quale destinato ad ospitare i migranti deceduti. Al Comune sarà destinato uno specifico contributo finanziario.

Sempre su proposta del presidente, la Giunta, sulla base delle indicazioni fornite dalla Fondazione Calabria Film Commission, ha anche deliberato il Piano triennale (2024-2026) delle attività cinematografiche e audiovisive.

L’esecutivo ha, inoltre, approvato due delibere dell’assessore regionale all’Agricoltura.

Una riguarda il disciplinare di produzione integrata della Regione Calabria per l’anno 2024 sulle “Tecniche agronomiche”. Per produzione integrata si intende quel sistema di produzione agro-alimentare che utilizza tutti i metodi, i mezzi produttivi e di difesa dalle avversità delle produzioni agricole volti a ridurre al minimo l’uso delle sostanze chimiche di sintesi e a razionalizzare la fertilizzazione, nel rispetto dei principi ecologici, economici e tossicologici. L’obiettivo è di coniugare tecniche produttive compatibili con la tutela dell’ambiente naturale con le esigenze tecnico-economiche dei moderni sistemi produttivi.

Con l’altro atto deliberativo è stato individuato quale referente dell’Organismo intermedio della Regione Calabria per l’attuazione del Programma operativo Feamp 2014-2020 e del Programma nazionale Feampa 2021-2027, l’attuale dirigente generale reggente del dipartimento Agricoltura, Giuseppe Iiritano.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved