Confartigianato Imprese Calabria raccoglie beni per la popolazione dell’Ucraina

Fino al 12 marzo, la sede di Confartigianato Imprese Calabria apre le porte alla solidarietà per sostenere la raccolta di beni di prima necessità in favore dell’Ucraina

Una gara di solidarietà quella messa in piedi per il popolo Ucraino ferito dalla guerra, a cui partecipa anche Confartigianato Imprese Calabria. Questo grazie all’iniziativa denominata “No alla Guerra”: a disposizione dell’organizzazione territoriale di Confartigianato curatrice dell’azione solidale,  i locali della sede regionale in via Lucrezia della Valle a Catanzaro, sono diventati un punto di raccolta di beni di prima necessità e farmaci, ma anche vestiti, coperte, tutto quello che serve per venire in soccorso a bambini e donne vittime della ferocia dell’aggressione russa che distrugge vite umane e rade al suolo le loro case.

Una commovente partecipazione, quella che si registra in questi giorni – l’iniziativa si concluderà il 12 marzo – sostenuta dalla generosità e dall’impegno umanitario dei volontari chiamati a raccolta da Unicef Calabria, presieduta dal dottor Giuseppe Raiola, per una iniziativa promossa dall’Associazione di volontariato “Dar Assslam” e dall’Associazione di Promozione Sociale “Associazione Immigrati – Asim” che sull’onda dell’emotività in seguito all’intensificarsi delle violenze e dell’emergenza umanitaria in Ucraina, hanno deciso di mobilitarsi per portare il loro sostegno e rispondere alle numerose urgenze e ai bisogni della popolazione. Ed è così che da giorni aumenta la raccolta di materiali e beni di prima necessità, all’assistenza sanitaria, dalle campagne di raccolta fondi, all’accoglienza di profughi: beni alimentari non deteriorabili, medicinali, abbigliamento, soprattutto farmaci che i volontari raccolgono e sistemano con grande attenzione e impegno.

Una commovente partecipazione, quella che si registra in questi giorni – l’iniziativa si concluderà il 12 marzo – sostenuta dalla generosità e dall’impegno umanitario dei volontari chiamati a raccolta da Unicef Calabria, presieduta dal dottor Giuseppe Raiola, per una iniziativa promossa dall’Associazione di volontariato “Dar Assslam” e dall’Associazione di Promozione Sociale “Associazione Immigrati – Asim” che sull’onda dell’emotività in seguito all’intensificarsi delle violenze e dell’emergenza umanitaria in Ucraina, hanno deciso di mobilitarsi per portare il loro sostegno e rispondere alle numerose urgenze e ai bisogni della popolazione. Ed è così che da giorni aumenta la raccolta di materiali e beni di prima necessità, all’assistenza sanitaria, dalle campagne di raccolta fondi, all’accoglienza di profughi: beni alimentari non deteriorabili, medicinali, abbigliamento, soprattutto farmaci che i volontari raccolgono e sistemano con grande attenzione e impegno.

“Le porte della nostra sede si apriranno anche oggi e domani, in questo fine settimana dalle 10 alle 18 – ha affermato il segretario regionale di Confartigianato imprese Calabria, Silvano Barbalace -. Abbiamo accolto immediatamente la proposta dell’organizzazione territoriale di trasformare i nostri locali in un punto raccolta, per dare il nostro piccolo contributo in questo momento drammatico in cui la chiamata al sostegno del popolo ucraino è fatta di gesti concreti e urgenti che riusciranno a portare lontano la nostra vicinanza”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Prima di calare il sipari propone per l'ultimo weekend del mese al Palazzo Mazza di Borgia con la sezione speciale collaterale Borgia Borgo Espanso
Aveva 18 anni e rimase rinchiuso nelle grotte dell'Aspromonte e negli ovili di Pizzo per due anni: "I miei carcerieri? Pecorai, gente ignorante e senza scrupoli"
La donna ha denunciato il compagno a seguito delle minacce di morte ricevute. L'uomo era già noto alle Forze dell'Ordine
L'inchiesta della Procura di Catanzaro scatta in seguito ad una segnalazione del Commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera Dulbecco
I tetti dei due edifici sono stati letteralmente divelti finendo sulla strada e in un parcheggio. Danneggiate anche alcune auto
Si tratta dell'associazione che si batte contro la pena di morte e a difesa dei diritti dei detenuti e delle persone private della libertà personale
Dirigerà la prima sessione di allenamento già in giornata. A lui il compito di risollevare la squadra che milita nella Ligue 1
Bancarotta fraudolenta e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Queste le principali ipotesi di reato
Devono rispondere di tentato furto aggravato e porto di oggetti atti ad offendere. Avevano rubato 60 metri di cavi elettrici
La segnalazione dei vicini ai carabinieri di Crotone che hanno riscontrato l'occupazione abusiva dell'alloggio popolare
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved