Calabria7

Confermato lo scioglimento del consiglio comunale di Guardavalle

Il Tar del Lazio ha confermato lo scioglimento del Consiglio comunale di Guardavalle (Catanzaro) per presunte infiltrazioni della criminalità organizzata decretato dal presidente della Repubblica il 23 febbraio del 2021. Il tribunale amministrativo ha respinto il ricorso dell’ex sindaco Giuseppe Ussia e degli ex consiglieri comunali, che lamentavano il travisamento dei fatti che hanno condotto al commissariamento.
Il Tar ha però rilevato che i fatti posti a fondamento dello scioglimento del Consiglio comunale di Guardavalle “sono stati correttamente riportati nella documentazione allegata al decreto impugnato e non si riscontra un travisamento della significatività e rilevanza degli elementi indiziari raccolti”. I giudici hanno aggiunto che “di fronte ai numerosi elementi indiziari raccolti, la circostanza, certamente apprezzabile, che il sindaco si sia reso protagonista di episodi di denuncia ai Carabinieri di taluni episodi di possibile condizionamento dell’attività dell’ente comunale, non è in grado di sminuire la significatività del quadro complessivo fornito dalla Prefettura, da cui emerge una scarsa capacità dell’apparato politico e gestionale dell’ente locale di reagire ai condizionamenti della criminalità organizzata”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Il Coa di Catanzaro istituisce la “Commissione di diritto sportivo”

Damiana Riverso

Saccheggiato ripetitore Vodafone nel Catanzarese, refurtiva recuperata nel campo Rom

Matteo Brancati

Tetto abitazione in fiamme, incendio nel Catanzarese

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content