Consegnate pettorine catarifrangenti ai migranti sulla statale 106

E' l'iniziativa dell'organizzazione di volontariato "Basta vittime sulla Strada statale 106"

Oltre 200 pettorine catarifrangenti consegnate ai migranti che percorrono a piedi la strada statale 106 nel tratto cosentino tra Corigliano-Rossano e Cariati, in provincia di Cosenza, affinché siano più visibili di notte. E’ l’iniziativa dell’organizzazione di volontariato “Basta vittime sulla Strada statale 106”.
“Si tratta – spiegano i promotori dell’iniziativa in una nota – di una azione preventiva. Questi utili strumenti consentono ai migranti di poter essere identificati durante la notte, spesso su tratti rettilinei di Statale 106, dove si registrano velocità elevate da parte dei mezzi in movimento e dove hanno avuto luogo nel passato, anche recente, tragici incidenti stradali mortali”.

Ieri sera sono stati coinvolti dei giovani che hanno volontariamente deciso di aiutare i volontari dell’Organizzazione “Basta vittime sulla Strada statale 106” nell’ambito di questa iniziativa, non facendo il solito giro lungo la Statale ma incontrando migranti che risiedono in una abitazione posta proprio sulla 106. A loro sono state consegnate direttamente dai ragazzi diverse pettorine catarifrangenti ed è stato spiegato il loro utilizzo e la loro importanza. Tutti, utilizzano la Statale 106 a piedi, in bici o anche in monopattino. L’organizzazione fa rilevare che “sono molti i migranti che percorrono la Statale 106 ed anche per questa ragione ha deciso di rendere stabile questa campagna che durerà ancora nei prossimi mesi e che verrà sospesa solo nei periodi di luglio ed agosto a causa dell’aumento dei volumi di traffico per il periodo estivo”. 
   

Ieri sera sono stati coinvolti dei giovani che hanno volontariamente deciso di aiutare i volontari dell’Organizzazione “Basta vittime sulla Strada statale 106” nell’ambito di questa iniziativa, non facendo il solito giro lungo la Statale ma incontrando migranti che risiedono in una abitazione posta proprio sulla 106. A loro sono state consegnate direttamente dai ragazzi diverse pettorine catarifrangenti ed è stato spiegato il loro utilizzo e la loro importanza. Tutti, utilizzano la Statale 106 a piedi, in bici o anche in monopattino. L’organizzazione fa rilevare che “sono molti i migranti che percorrono la Statale 106 ed anche per questa ragione ha deciso di rendere stabile questa campagna che durerà ancora nei prossimi mesi e che verrà sospesa solo nei periodi di luglio ed agosto a causa dell’aumento dei volumi di traffico per il periodo estivo”. 
   

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Corruzione in atti giudiziari aggravata dall'aver agevolato la cosca Molè-Piromali di Gioia Tauro l'ipotesi di accusa contestata
Polemica sulla tempistica dei soccorsi allertati immediatamente dalle persone presenti sul posto. L'ambulanza è arrivata dopo 40 minuti
Oltre all'avvocato Pittelli e a sua moglie, la Procura ha chiuso le indagini nei confronti di professionisti e imprenditori
Stavolta l'impresa non riesce e le Aquile vengono travolte dalla tempesta grigiorossa che si abbatte sulla squadra di Vivarini già nel primo tempo
Falcomatà :"Siamo veramente stanchi. Un impianto sportivo in periferia, abbandonato da tempo e in cui c'era l'attenzione del quartiere"
Alle 12 di oggi era previsto il sorvolo di prova delle Frecce Tricolori. La manifestazione è stata annullata
E' stato ritrovato all'interno della sua automobile. Ancora da chiarire le cause e le modalità del decesso
Un fenomeno drammatico e particolarmente preoccupante. La Polizia fornisce i numeri per consentire l'avvio immediato delle ricerche
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved