Calabria7

Consiglio comunale Catanzaro, Riccio: “Io presidente? Non faccio alcun passo indietro”

Il Consiglio comunale di Catanzaro tornerà a riunirsi il prossimo 17 agosto. Così ha deciso il consigliere anziano Eugenio Riccio rompendo gli indugi. Una decina di giorni a disposizione per cercare di individuare il nome giusto per risolvere il rebus della presidenza del Consiglio evitare un’altra fumata bianca e un altro rinvio. Subito dopo Ferragosto ci sarà la quarta chiama. I candidati, al momento, sono sempre Gianmichele Bosco per l’asse Fiorita-Talerico e Eugenio Riccio per l’opposizione.

– Consigliere Riccio, cosa risponde alle critiche dei sostenitori di Fiorita e perché il consiglio comunale non è stato convocato prima

”Cerco di svolgere il ruolo ‘pro-tempore’ di presidente facente funzioni del consiglio comunale tenendo rigorosamente presenti le norme che regolamentano l’importante ufficio. Niente di più, niente di meno. Le critiche, peraltro legittime, di alcuni consiglieri comunali le derubricherei a fisiologiche dinamiche politiche che, comunque, ho il dovere di rispettare”.

– E’ chiaro che in questo momento c’è un muro contro muro tra maggioranza e opposizione. Come si esce da questo situazione di sostanziale paralisi

”La sovranità  del consiglio comunale va salvaguardata e tutelata, personalmente avverto la responsabilità di custodire tali dettami e mi impegno ad operare scrupolosamente in questa direzione”

– Lei è il candidato alla presidenza del Consiglio comunale per il centrodestra e per lo schieramento “donatiano”. A quali condizioni sarà disposto a fare un passo indietro

“Non penso di aver fatto alcun passo avanti, per cui non avverto l’esigenza di operare alcun passo indietro. Certamente mi sento di affermare che sono onorato del fatto che il mio nome sia accostato all’alto incarico di Presidente del Consiglio comunale della mia città. Sono valutazioni squisitamente politiche quelle che sottintendono a tale indicazione e a tali domande sono altri gli attori politici chiamati, eventualmente, a fornire le relative spiegazioni”.

– E’ chiaro che non intendete votare Gianmichele Bosco alla presidenza del Consiglio, ma il vostro gruppo ha un nome magari dello schieramento di Fiorita sul quale si può aprire un dialogo o una trattativa?

“Anche su questa domanda dovranno essere le forze politiche presenti in consiglio a doversi esprimere. Personalmente ho il dovere di condurre in porto questa provvisoria attività in maniera ordinata, nella assoluta certezza che, nei tempi possibili, la città sarà dotata di un Presidente autorevole ed all’altezza del compito, magari votato all’unanimità”.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

L’annuncio di Occhiuto: “Con la legge di bilancio altri 3 miliardi per la Statale 106”

Alessandro De Padova

“Ecomostro diffuso” a Stalettì: “Bene pubblico restituito alla collettività” (VIDEO)

Gabriella Passariello

Bruno Bossio (Pd): M5S strumentalizza vicenda Lsu-Lpu

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content