Calabria7

Consiglio comunale Crotone: nuovi arrivi e vecchie lacerazioni

comune crotone

(ndl)  La surroga di quattro consiglieri e soprattutto un documento sull’ampliamento della discarica Columbra nel quartiere Papanice di Crotone.

Sono stati i fatti principali di una seduta straordinaria del consiglio comunale che a era molto attesa e da qualcuno temuta.

IL FATTO TECNICO

Sono quattro i nuovo inquilini del consesso civico che hanno giurato insediandosi di fatto tra gli scranni a Palazzo di Città:

si tratta di Francesca D’Agostino (Demokratici) che subentra alla decaduta Manuela Cimino; Roberta Luly (Araba Fenice) in luogo del neo assessore Renato Carcea;  Alfonso Esposito (Crotone in rete) al posto dei Pisano Pagliaroli nuovo assessore e Giovanni Riganello (Demokratici) che subentra ad Ines Mercurio pure lei entrata in Giunta

QUESTIONE RIFIUTI

Il consiglio comunale straordinario era stato voluto puntando sull’unanimità che poi non è arrivata.

Il documento che intendeva opporre la volontà cittadina all’aumento volumetrico della discarica è stato firmato da tutti tranne che dai due consiglieri pentastellati (Correggia e Sorgiovanni), dai quattro di Consenso (Pedace, Marrelli, De Franco e Gaetano) e da Rosanna Barbieri.

Un’opposizione motivata dal fatto che il documento sarebbe inutile in quanto l’ordinanza del governatore Oliverio – che ha ricevuto saverissime critiche univoche – è già stata firmata e che i rifiuti arriveranno comunque.

IL DOCUMENTO 

Il documento approvato a maggioranza propone una commissione trasversale con consiglieri di tutti i gruppi che valuti la piena aderenza all’ordinanza.

Secondo quanto comunicato dal sindaco Pugliese la discarica avrà funzionalità massima fino a giugno 2020, potrà essere  aumentata solo di 120mila tonnellate rispetto alle 500mila previste dalla prima ordinanza e concederà alle casse un indennizzo di 7 euro di incasso a tonnellata.  Soprattutto consentirà a Crotone di sversare i propri rifiuti nelle discariche degli altri ATO.

Un contentino che specie gli ambientalisti locali vedono come fumo negli occhi e veleno nei polmoni.

 

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Abusivismo edilizio nel Catanzarese, sequestrati due manufatti

manfredi

Omicidio stradale nel Catanzarese, assolto il carabiniere Sciacca

manfredi

Regione Calabria, le misure della Giunta

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content