Calabria7

Consiglio regionale, domani assemblea a porte chiuse

Consiglio Regionale rinviato

Il Consiglio regionale della Calabria torna a riunirsi domani, lunedì 27 aprile, con inizio fissato alle ore 12.

Anche questa seduta, la seconda dall’inizio della legislatura dopo le elezioni del 26 gennaio risentirà degli effetti dell’emergenza sanitaria in atto a causa del coronavirus: i lavori si svolgeranno a porte chiuse, con ingresso nell’aula consiliare consentito solo ai consiglieri e assessori regionali e al personale dipendente strettamente indispensabile, muniti di mascherine e guanti e tenuti a mantenere la distanza di sicurezza, inoltre i lavori saranno trasmessi in diretta streaming sui canali social del Consiglio regionale.

Sono tre, i punti all’ordine del giorno della seduta di domani, dedicata essenzialmente alla sessione di bilancio, destinata a far uscire la Regione dall’esercizio provvisorio nel quale l’ente era entrato dopo la non approvazione del bilancio di previsione alla fine della precedente legislatura: al primo punto del Consiglio regionale c’è il Documento di economia e finanza della Regione Calabria per gli anni 2020-2022, quindi la Legge di stabilità regionale 2020 e il Bilancio di previsione per gli anni 2020-2022. La proposta di bilancio, approvata lo scorso 9 aprile dalla Giunta regionale, prevede una manovra di complessivi 7,5 miliardi, con 767,1 milioni di risorse autonome. Il Bilancio di previsione affronta, inoltre, l’emergenza coronavirus, stanziando circa 20 milioni grazie a economie realizzate con il taglio di alcune spese correnti, e dispone misure per venire incontro ai rilievi della Corte dei Conti nell’ultimo giudizio di parifica del rendiconto della Regione. Inizialmente, tra i punti all’ordine del giorno di domani era prevista anche l’approvazione del programma di governo ai sensi dell’articolo 33 comma 4 dello Statuto della Regione, ma questo punto è stato rinviato a una prossima seduta su richiesta del presidente della Giunta, Jole Santelli, richiesta motivata “dalla necessità – si legge in una nota – di assicurare spazio e tempi adeguati agli altri tre punti dell’ordine del giorno”: la decisione di rinviare questo punto è stata aspramente contestata dai gruppi di opposizione, secondo i quali lo slittamento della discussione e dell’approvazione del programma di governo rappresenta una scorrettezza istituzionale ed è finalizzato soltanto a nascondere le divisioni nella maggioranza.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Iacucci: “Aderisco anche io all’appello #BastaConGliAgguati”

Mirko

Sanità, Cotticelli: “A Conte chiederò vicinanza Governo”

manfredi

Forza Italia, Cannizzaro rinuncia all’incarico di vice coordinatore regionale

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content