Calabria7

Consiglio regionale, dopo le festività riprendono le attività: focus sulla campagna di vaccinazione

recovery plan calabria

È fitta l’agenda settimanale della politica calabrese. Sebbene il Consiglio regionale sia in “congedo” e quindi può occuparsi solo degli atti indifferibili e urgenti, l’attività istituzionale a Palazzo Campanella non si ferma, e dopo le festività pasquali concentrerà la sua attenzione sui temi di più stringente attualità, a partire dall’emergenza Covid 19, in particolare dai ritardi e delle polemiche che stanno caratterizzando l’andamento della campagna vaccinale: sullo sfondo, poi, c’è sempre la difficile situazione della sanità calabrese, che peraltro prima di Pasqua ha registrato un’importante novità, con la nomina da parte del governo dei due sub commissari – Angelo Pellicanò e Michele Ametta – che affiancheranno il commissario ad acta Guido Longo.

Sono tre gli appuntamenti istituzionali in programma nei prossimi giorni: il primo è mercoledì 7 aprile, con la seduta della terza Commissione del Consiglio regionale, che all’ordine del giorno ha una serie di punti che riguardano la sanità e soprattutto “il Piano delle vaccinazioni: livello di attuazione e previsioni di applicazione”. Per affrontare questo punto, alla seduta della terza Commissione sono stati invitati il commissario Guido Longo, il dirigente generale vicario del Dipartimento regionale Tutela della Salute, Giacomino Brancati, e il delegato del soggetto attuatore per l’emergenza Covid 19, Fortunato Varone. Longo, Brancati e Varone inoltre sono stati convocati, sempre mercoledì 7 aprile, per un’audizione davanti la Commissione regionale contro il fenomeno della ‘ndrangheta e della corruzione, che vuole fare luce sulle “metodologie utilizzate per la somministrazione di dosi di siero ad ‘altre’ categorie”. La convocazione dell’Anti-‘ndrangheta è stata motivata, infatti, dalle recenti polemiche scoppiate dopo le denunce contro presunti “furbetti” che avrebbero scavalcato le liste di prenotazione ottenendo un vaccino destinato invece alle categorie al momento ritenute prioritarie: nei giorni scorsi vari esponenti politici hanno chiesto alle autorità sanitarie una verifica per capire chi, eventualmente, si nasconda dietro la voce “altro” che compare nei report sul numero dei vaccinati in Calabria. Giovedì 8 aprile, infine, è in calendario la Conferenza dei capigruppo del Consiglio regionale, convocata dal presidente dell’Assemblea, Giovanni Arruzzolo, per stabilire quali saranno i provvedimenti indifferibili ed urgenti che il Consiglio regionale sarà chiamato ad approvare nella prossima seduta e per affrontare temi come l’emergenza Covid 19, la situazione complessiva della sanità calabrese e le misure per il rilancio dell’economia della Calabria.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Commissione Antimafia, il rammarico della Camera di Commercio di Catanzaro

Mirko

Bocce, i fratelli Granata si aggiudicano Gran Premio “Città di Montalto”

Matteo Brancati

Coronavirus in Calabria, 76 nuovi casi positivi e due morti

Maria Teresa Improta
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content