Calabria7

Consiglio regionale, esordio a porte chiuse e con mascherine

consiglio tallini

A porte chiuse, con accesso consentito solo ai consiglieri regionali, agli assessori e al personale di aula muniti di mascherine e guanti, e con la partecipazione telematica degli eventuali assenti in quarantena

Con queste modalità si terrà domani, con avvio fissato alle ore 10.30, la prima seduta di Consiglio regionale dell’undicesima legislatura in Calabria, con eventuale seconda convocazione venerdì 27 marzo. Il clima resta ancora fortemente condizionato dall’emergenza Coronavirus, che già aveva portato alla sconvocazione dei primi due Consigli, inizialmente previsti per il 9 e poi per il 17 marzo ma poi entrambi rinviati. Tuttavia l’emergenza sanitaria in corso si riverbera anche sulla seduta di domani, per il cui svolgimento l’Ufficio di presidenza dell’Assemblea, ancora guidato dal presidente uscente Nicola Irto, è stato costretto a disporre una serie di rigorose misure, tra cui l’assoluto rispetto delle distanze, e di raccomandazioni per evitare assembramenti e rischi per la salute dei presenti. Si è così stabilito che “le sedute del Consiglio regionale si tengono a porte chiuse: pertanto, l’accesso all’aula consiliare e alle relative pertinenze è interdetto ai visitatori, alle delegazioni, al pubblico, ai giornalisti e ai collaboratori a qualunque titolo non espressamente autorizzati.

Le sedute saranno trasmesse in diretta streaming. Tutti i presenti – ha poi deliberato l’Ufficio di presidenza uscente – sono tenuti ad accedere ai locali muniti di materiali di protezione e in particolare mascherine e guanti”. Altra novità è “la possibilità di partecipazione in modalità telematica alla sessione di lavori per quei consiglieri regionali che si dovessero trovare in quarantena”. In un contesto così inedito e piuttosto complicato, domani dunque il Consiglio regionale d’esordio della legislatura, aperta con l’elezione di Jole Santelli, di Forza Italia, alla presidenza della Regione con il centrodestra, sarà chiamato ad affrontare quattro punti all’ordine del giorno. Il primo è la temporanea sostituzione del consigliere regionale Domenico Creazzo, di Fratelli d’Italia, al momento sospeso dalla carica per il suo coinvolgimento in un’inchiesta della Procura antimafia di Reggio Calabria, con il primo dei non eletti della lista di FdI nella circoscrizione Sud, Raffaele Sainato. L’ordine del giorno prevede poi l’elezione del presidente del Consiglio regionale e dell’Ufficio di presidenza, cioè di due vicepresidenti e di due segretari-questori d’aula.

Ai sensi del regolamento consiliare, nella seduta d’esordio la presidenza provvisoria del Consiglio, fino all’elezione del nuovo presidente, è assunta dal consigliere regionale più anziano di età tra gli eletti lo scorso 26 gennaio: si tratta di Pippo Callipo, di “Io Resto in Calabria”, candidato alla carica di presidente della Regione per il centrosinistra. Il regolamento consiliare prevede che per le elezioni del presidente dell’Assemblea e dei componenti dell’Ufficio di presidenza si procede con votazioni separate e a scrutinio segreto. Il presidente è eletto a maggioranza dei due terzi dei componenti del Consiglio. Se dopo due scrutini nessun candidato ottiene la maggioranza richiesta, nel terzo, da tenersi nel giorno successivo, è sufficiente la maggioranza dei voti dei consiglieri regionali.

La maggioranza in Consiglio regionale è detenuta dalla coalizione di centrodestra, con 19 consiglieri – tra cui i quattro eletti della Lega, che dunque fa il suo esordio assoluto nell’Assemblea calabrese – più il presidente della Giunta, Santelli, mentre l’opposizione conta 11 consiglieri regionali. La seduta di domani del Consiglio regionale, ovviamente, ha anche importanti risvolti di carattere politico, perché sono ancora in corso le trattative nella maggioranza per individuare il presidente dell’Assemblea: secondo quanto trapela da fonti del centrodestra, in “pole position” c’è il consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Tallini, “veterano” dell’aula con quattro legislature, ma in lizza viene indicato anche il consigliere regionale della Casa delle Libertà, Baldo Esposito. Conclusa, invece. la fase di composizione della Giunta regionale, che ieri, presieduta da Jole Santelli, ha tenuto a sua volta la sua prima riunione, sempre nel rispetto delle prescrizioni – mascherine e distanza di sicurezza – imposte per l’emergenza Coronavirus.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro, Talarico a Bosco: “PalaGreco messo a centro dell’agenda politica-amministrativa”

Matteo Brancati

Notarangelo: “Comune di Catanzaro, parola passi ai cittadini” (VIDEO)

manfredi

‘Fare per Catanzaro’ risponde a Tallini: “Uniti e compatti con Sergio Costanzo”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content