Consiglio regionale, ok a mozione anti “zona rossa”

consiglio regionale

La richiesta al presidente della Repubblica Mattarella di “non promulgare il ‘Decreto Calabria’” che proroga il commissariamento della sanità e la richiesta al presidente del Consiglio Conte e al ministro della Sanità Speranza di “rivedere la decisione di collocare la Calabria zona rossa attraverso una nuova e più serena lettura dei dati epidemiologica da cui possa scaturire l’inserimento tra le regioni a zona gialla”. È quanto prevede una mozione della maggioranza di centrodestra, approvata con 19 voti nell’odierna seduta del Consiglio regionale della Calabria. La mozione è stata votata al termine di un dibattito lungo 6 ore dedicato ai temi della sanità: dal Dpcm del governo nazionale che ha dichiarato la Calabria “zona rossa” al “Decreto Calabria” approvato sempre dal governo nazionale per arrivare alle dimissioni odierne del commissario Saverio Cotticelli.

Il Consiglio regionale, invece, non ha approvato una mozione del centrosinistra nella quale si sottolineavano “le inadempienze della Regione e dell’Ufficio del commissario” nella gestione dell’emergenza coronavirus. Alla discussione sono intervenuti praticamente tutti i consiglieri regionali presenti. La maggioranza di centrodestra ha aspramente contestato i provvedimenti del governo nazionale, a partire dalla “zona rossa”, “discriminatoria e non motivata – a dire del centrodestra – dai dati epidemiologici, perché non ci sono oggettivamente condizioni per un lockdown” e “i ritardi del livello centrale nel sostenere la sanità calabrese”, mentre l’opposizione di centrosinistra, a sua volta, ha controbattuto evidenziando “le lacune della Regione nella gestione di questa fase difficile”.

Il Consiglio regionale, invece, non ha approvato una mozione del centrosinistra nella quale si sottolineavano “le inadempienze della Regione e dell’Ufficio del commissario” nella gestione dell’emergenza coronavirus. Alla discussione sono intervenuti praticamente tutti i consiglieri regionali presenti. La maggioranza di centrodestra ha aspramente contestato i provvedimenti del governo nazionale, a partire dalla “zona rossa”, “discriminatoria e non motivata – a dire del centrodestra – dai dati epidemiologici, perché non ci sono oggettivamente condizioni per un lockdown” e “i ritardi del livello centrale nel sostenere la sanità calabrese”, mentre l’opposizione di centrosinistra, a sua volta, ha controbattuto evidenziando “le lacune della Regione nella gestione di questa fase difficile”.

Omaggio a Jole Santelli

Per il centrodestra sono intervenuti i consiglieri regionali Giuseppe Graziano (Udc), Giacomo Crino e Baldo Esposito (Cdl), Giovanni Arruzzolo, Domenico Giannetta, Antonio De Caprio, Raffaele Sainato (Forza Italia), Filippo Pietropaolo, Giuseppe Neri e Luca Morrone (Fratelli d’Italia), Filippo Mancuso, Pietro Raso e Pietro Molinaro (Lega), Vito Pitaro (Jole Santelli Presidente), l’assessore regionale allo Sviluppo economico Fausto Orsomarso (FdI) e all’assessore regionale all’Agricoltura Gianluca Gallo (Forza Italia). Per il centrosinistra sono intervenuti Carlo Guccione, Nicola Irto e Libero Notarangelo (Pd), Graziano Di Natale (IriC), Giuseppe Aieta e Flora Sculco (Dp). A inizio di seduta il Consiglio regionale ha reso un toccante omaggio alla governatrice Jole Santelli, scomparsa il 15 ottobre, con la deposizione di una corona di fiori sul banco della presidenza della Giunta, un minuto di raccoglimento e un lungo applauso.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
rinascita scott
Da presunto assassino a imprenditore, il profilo di uno dei più potenti boss vibonesi: "Ci dobbiamo mettere giacca e cravatta e senza lavorare..."
Era stato vittima di un'intimidazione nella città pitagorica: quattro i colpi di pistola sparati. Illesi lui e la compagna
Le irregolarità in materia di assunzione sono state scoperte nell'ambito dei controlli avviati in materia di sicurezza sul lavoro
storie
La fece realizzare l’avvocato Giovanni Correale Santacroce, socialista, primo sindaco del capoluogo dopo la caduta del fascismo
Eseguite 10 misure cautelari nei confronti di 4 donne e due uomini che gestivano le minori. Gli incontri avvenivano in un b&b
Il magistrato in aula aveva chiesto la condanna a poco più di un anno di reclusione per l'imputato giudicato con rito abbreviato
il retroscena
L'idea di poter beneficiare di un loro sostegno sotterraneo a discapito del centrodestra? Tutte le contraddizioni di un comizio elettorale
Serie B
La squadra di Vivarini a un passo dal clamoroso sorpasso nel finale con Donnarumma che colpisce il palo. Si deciderà tutto sabato allo Zini
Insussistenti gli addebiti disciplinari che venivano contestati all'ex procuratore aggiunto di Catanzaro già prosciolto dalle accuse a Salerno
"Sempre più numerose le segnalazioni di utenti che denunciano telefonate da parte di presunti rappresentanti di aziende o altri enti"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved