Calabria7

Conta dei voti a rilento a Cosenza, verbali poco chiari

di Maria Teresa Improta – Errori di calcolo, verbali poco chiari e carenza di personale. Procede a rilento la conta ufficiale dei voti delle elezioni regionali nella circoscrizione Nord e delle elezioni amministrative a Cosenza. Le due commissioni sono al lavoro per stabilire il numero ufficiale delle preferenze espresse dai cittadini alle urne. Nella sala allestita all’interno del Palazzo di Giustizia il team deputato ad ufficializzare i consiglieri regionali della circoscrizione nord (che corrisponde geograficamente alla provincia di Cosenza) pare sia a buon punto. Sono oltre il 90% le “buste” e i verbali delle elezioni regionali nei 155 Comuni della provincia analizzati e ufficializzati. Manca solo la fase di correzione di alcuni errori e poi si procederà ad inviare tutto il materiale all’area dei servizi elettorali della Corte d’Appello di Catanzaro che provvederà poi ad armonizzare il risultato con quello delle altre province e a ripartire i “resti” per attribuire i seggi nel Consiglio regionale della Calabria. Un’impresa ardua resa ancor più difficile dalla carenza di personale e dalle incombenze dei funzionari del Tribunale già oberati dalle mansioni quotidiane che sono chiamati a espletare. Ad aggravare la situazione la compilazione poco chiara dei verbali effettuata dai presidenti di sezione, molti dei quali nominati last minute, soprattutto nella città di Cosenza dove in tanti hanno ricoperto questo ruolo per la prima volta. Non si esclude però che entro la fine della giornata di domani si possa addivenire a un risultato definitivo.

La conta dei voti del Consiglio comunale di Cosenza

Contestualmente sta compiendo un lavoro certosino l’Ufficio Centrale Elettorale che opera all’interno dell’istituto Gullo di via Popilia a Cosenza. Presieduto dal giudice onorario Maurizio Pancaro e composto da sei elettori ha il compito di conteggiare i voti incassati dagli oltre 800 candidati per il rinnovo del Consiglio comunale di Cosenza e all’attribuzione dei seggi. La ripartizione degli scranni verrà effettuata attraverso il metodo D’Hont che prevede l’assegnazione del 60% dei seggi al vincitore, ovvero 20 su 32. Al momento sembrerebbe che da un primo confronto con i dati elettorali provvisori forniti dal Comune di Cosenza non vi siano errori che abbiano comportato scostamenti tali da modificare l’assetto della nuova assise già ipotizzato in base ai numeri diramati da Palazzo dei Bruzi. Bisognerà però attendere almeno la fine della prossima settimana dato che finora sono stati visionati circa metà dei verbali. Atti compilati in maniera manchevole e approssimativa in diverse sezioni, in alcune mancano addirittura le preferenze per i singoli consiglieri che vengono ricostruite dagli addetti ai lavori confrontando il riepilogo delle schede di ognuna delle 82 sezioni. Difficoltà che l’Ufficio Centrale Elettorale sta affrontando con un’opera di rielaborazione dei dati che porterà alla pubblicazione dei dati ufficiali e definitivi al termine del quale verrà proclamato il nuovo sindaco e il nuovo Consiglio comunale di Cosenza. Nel 2016, si ricorda, la revisione dei voti terminò dopo oltre un mese dalle elezioni.

LEGGI ANCHE | Elezioni Cosenza: tutti i voti dei consiglieri comunali (dati provvisori)

LEGGI ANCHE | Esclusi, illusi, new entry e conferme nel Consiglio comunale di Cosenza

LEGGI ANCHE | Comunali a Cosenza, i due Caruso vanno al ballottaggio. I dati lista per lista

LEGGI ANCHE | Ecco come sarà composto il nuovo Consiglio comunale di Cosenza

LEGGI ANCHE | Elezioni a Cosenza, ecco chi entra in Consiglio se vince Franz Caruso o se vince Francesco Caruso

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Comune Catanzaro, le decisioni della Giunta

Mirko

Costanzo: “Abramo e Tallini devono mandare via giunta dei fannulloni”

Matteo Brancati

Crotone, Rossi (Lega): “Per Cutro un programma chiaro e niente trasformisti”

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content