Contrasto al bullismo e all’illegalità, i carabinieri incontrano gli studenti nel Reggino

Protagonisti gli alunni delle classi prime e seconde della scuola Secondaria di primo grado dell’IC “Carlo Levi” di Melicucco

Nella mattinata di ieri, presso l’istituto comprensivo “Carlo Levi” di Melicucco, si è svolto un incontro tra l’Arma dei Carabinieri e gli alunni delle classi prime e seconde della scuola Secondaria di primo grado. I temi dell’incontro hanno riguardato argomenti quali bullismo e legalità. Si è parlato di rispetto delle regole e tutela dei diritti che sono il collante per la buona convivenza sociale. Il dibattito si è poi concentrato sul contrasto a tutte le forme di prevaricazione con particolare riferimento alle varie forme di bullismo.

Sono stati posti in visione dei cortometraggi di significativa importanza, dove gli alunni hanno potuto carpire da vicino le testimonianze di giovani vittime di bullismo. I militari hanno introdotto anche tematiche del cyberbullismo, spiegando agli alunni come utilizzare in maniera consapevole i social network e sottolineando l’importanza di prestare attenzione ai messaggi che si inviano o si ricevono. La tematica è stata toccata allo scopo di prevenire certi comportamenti scorretti, molto spesso sottovalutati dai giovani che si sentono “protetti” dallo schermo. Sono stati introdotti i più frequenti reati in cui un giovane può incorrere come conseguenza all’emulazione di comportamenti negativi. L’arma dei Carabinieri continuerà, nell’ambito del progetto alla legalità, ad incontrare giovani e docenti presso gli istituti scolastici al fine di ingenerare sempre di più quei rapporti di vicinanza tra cittadini ed istituzioni.

Sono stati posti in visione dei cortometraggi di significativa importanza, dove gli alunni hanno potuto carpire da vicino le testimonianze di giovani vittime di bullismo. I militari hanno introdotto anche tematiche del cyberbullismo, spiegando agli alunni come utilizzare in maniera consapevole i social network e sottolineando l’importanza di prestare attenzione ai messaggi che si inviano o si ricevono. La tematica è stata toccata allo scopo di prevenire certi comportamenti scorretti, molto spesso sottovalutati dai giovani che si sentono “protetti” dallo schermo. Sono stati introdotti i più frequenti reati in cui un giovane può incorrere come conseguenza all’emulazione di comportamenti negativi. L’arma dei Carabinieri continuerà, nell’ambito del progetto alla legalità, ad incontrare giovani e docenti presso gli istituti scolastici al fine di ingenerare sempre di più quei rapporti di vicinanza tra cittadini ed istituzioni.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
Il gup nelle motivazioni della sentenza: "era a conoscenza dei rapporti tra 'ndrangheta e servizi segreti"
I genitori hanno scoperto casualmente un anno fa della malattia del figlio, dopo una serie di accertamenti
"Il mio ginecologo mi ricorda che devo controllare una cisti ovarica. Da lì parte uno tsunami. Risonanza, ricovero, operazione. Ciao ovaie"
Prende il posto di Bruno Trocini. Da giocatore ha indossato la maglia amaranto tra il 1988 e il 1990 ai tempi di Nevio Scala
I tempi? Appena la vice presidente Princi sarà proclamata in Europarlamento. Il governatore conferma: "Ho intenzione di alleggerirmi di alcune competenze"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved