Calabria7

Catanzaro, contratti dipendenti Amc, Cardamone (FI): “No a canali privilegiati”

catanzaro cardamone

“Rimettersi a lavoro per individuare le risorse utili a completare il passaggio di tutti i dipendenti da part time a full time, e quindi da 36 a 39 ore settimanali di lavoro”.

Sono questi i termini dell’accordo che è stato raggiunto lo scorso mese di maggio tra l’amministrazione comunale di Catanzaro, i sindacati e il management aziendale per la definizione delle posizioni lavorative dei dipendenti Amc. Ad oggi si stia concretizzando una proposta, da sottoporre all’attenzione dell’amministrazione comunale, per la trasformazione di contratti part-time in full time solo di alcuni dipendenti dell’azienda partecipata.

Lo afferma in una nota Ivan Cardamone, Coordinatore Cittadino Forza Italia Catanzaro. Una soluzione che, come coordinamento cittadino di Forza Italia, respingiamo categoricamente poiché, oltre a rappresentare una grossa forzatura da parte del management, è un modo particolare di privilegio riservato a pochi in danno di altri con conseguenze rovinose soprattutto per i servizi resi dall’azienda. Creare delle differenze significa creare canali privilegiati in barba anche agli accordi già assunti e messi su carta lo scorso anno. Il Consiglio comunale si è pronunciato positivamente sull’incremento orario, fino a 36 ore del monte lavorativo, di tutti i dipendenti part time, frutto di un lungo confronto voluto e coordinato dal sindaco Abramo con le sigle sindacali rappresentate all’interno dell’azienda partecipata. Nelle sedi istituzionali si era anche convenuto che, una volta individuate le risorse economiche necessarie, si sarebbe completato il passaggio dei contratti di tutti i dipendenti senza alcun distinguo. Una scelta diversa, che furbescamente qualcuno vorrebbe far passare come esigenza aziendale da sottoporre all’attenzione dell’assise, smentirebbe l’accordo siglato e approvato dallo stesso Consiglio Comunale. La posizione di Forza Italia sarà contraria a ogni eventuale proposta diretta a creare disparità di trattamenti nei servizi e tra i dipendenti poiché frutto di manovre che andrebbero a smentire la bontà del lavoro fatto fino ad oggi dalla proprietà, l’amministrazione comunale di Catanzaro.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro, rinnovata tradizione presepe vivente al Convitto “Galluppi”

Matteo Brancati

Sanità, interrogazione FI su dimissioni Schael

manfredi

A Roma anche il circolo “Almirante” di FdI Catanzaro

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content