Calabria7

Controlli di Ferragosto, sanzioni e denunce nel Catanzarese

rapina cosenza

Nel weekend di Ferragosto i Carabinieri di Catanzaro hanno rafforzato i controlli su tutto il territorio con particolare attenzione al lungomare.

Durante le attività, che hanno visto complessivamente impegnati oltre 30 uomini, sono state otto le persone denunciate. Si tratta di tre trovate alla guida in stato ebrezza e, per questo motivo, si sono viste ritirare la patente scattare una denuncia.

I controlli su strada hanno permesso di individuare altre due persone che, nonostante fossero destinatarie di un provvedimento di divieto di ritorno dal comune di Catanzaro, sono state fermate sul litorale del capoluogo. Altre due, già note, sono state denunciate perché trovate in possesso di diversi arnesi atti allo scasso, come cacciaviti e tenaglie. Un’altra ancora è stata deferita perché durante il controllo era senza documenti, ma ha fornito delle generalità false.

Sono cinque le persone trovate in possesso di dosi di marijuana, cocaina ed eroina e pertanto segnalate alla Prefettura. I militari, con i colleghi del Nucleo Ispettorato per il lavoro di Catanzaro, hanno poi controllato alcuni locali e lidi del capoluogo. In due hanno trovato due lavoratori in nero. In tutto oltre 14.000 euro l’importo delle sanzioni elevate e, per un chiosco dove su tre lavoratori presenti due erano “in nero”, anche la sospensione dell’attività. I militari di Soverato hanno eseguito invece un controllo straordinario del territorio finalizzato alla prevenzione e alla repressione dei reati.

Il servizio è stato svolto con l’impiego di numerose pattuglie delle Stazioni dipendenti e del Nucleo Operativo e Radiomobile oltre che di personale specializzato del Nucleo Ispettorato del Lavoro. I Carabinieri della cittadina turistica della costa jonica hanno pertanto denunciato due persone poiché ritenute responsabili del reato di furto aggravato e violazioni di sigilli: sono accusati di essersi introdotti all’interno di un locale commerciale sequestrato e quindi rubato dei pezzi di arredamento. Il materiale trovato è stato restituito al legittimo proprietario.

I militari della Sezione Operativa e della Stazione di Guardavalle, insieme al Nucleo Ispettorato del Lavoro, hanno verificato poi sei attività commerciali delle ristorazione e quattro stabilimenti balneari rilevando quattro lavoratori in nero e per questo sanzionando per un importo pari a 16 mila euro. Sanzioni amministrative che sono scattate anche ad altre strutture, dal momento che alcuni dipendenti di ristoranti non indossavano i dispositivi di protezione, da qui una multa da 400 euro.

Una discoteca soveratese è stata invece sanzionata per non aver custodito per 14 giorni l’elenco degli avventori del locale. Inoltre in una attività di ristorazione e ballo a Montepaone sono stati scoperti tre lavoratori in nero su sei, per questo i militari hanno sospeso l’attività.

Nell’ambito dei controlli alla circolazione stradale, sono stati verificati circa 320 soggetti e 115 veicoli. Sono state elevate poi 25 sanzioni al codice della strada, due le patenti ritirate poiché i conducenti sono stati sorpresi alla guida in stato d’ebbrezza. Eseguite poi 6 perquisizioni personali e 3 veicolari.

Il Comando di Sellia Marina ha incrementato i controlli, tanto che i militari hanno eseguito oltre 30 servizi esterni, controllato più di 260 persone e 150 veicoli, e perquisito 3 persone. In particolare l’intervento di una pattuglia nella frazione Calabricata di Sellia Marina, ha consentito di denunciare in stato di libertà un uomo ritenuto responsabile di un incendio e danneggiamento di un agro ubicato a pochi metri dalle abitazioni.

A seguito di controlli stradali, i militari hanno denunciato due persone ritenute responsabili di lesioni personali stradali gravi, hanno sequestrato tre veicoli e elevato sette multe per violazione al Codice della Strada, di cui una sanzione amministrativa per guida in stato di ebbrezza.

Infine, è stato eseguito un fermo di identificazione a carico di un uomo privo di un titolo valido di permanenza sul territorio nazionale e la contestuale denuncia in stato di libertà per possesso di documenti falsi.I veicoli controllati sono stati complessivamente 150 con 270 soggetti identificati.

Incessanti in questo weekend di ferragosto, sono risultati anche i servizi dei Carabinieri di Lamezia Terme, in città e su tutto il litorale, sino a Nocera Terinese.Sono state così controllate oltre 300 persone e 150 veicoli. Particolare attenzione agli accertamenti sul tasso alcolemico dei conducenti che fortunatamente ha riscontrato solo in due circostanze un valore oltre la soglia consentita.

Altre 15 sanzioni per varie violazioni al codice della strada ed un deferimento per un soggetto recidivo nella guida senza patente. I militari sono stati impegnati nei controlli agli esercizi pubblici: circa 20 i locali interessati anche al fine di verificare il rispetto delle normative anti-contagio Covid-19. Numerosi infine gli interventi su richiesta al numero di emergenza 112 per ausilio o soccorso. A Falerna, un intervento nella notte di Ferragosto ha portato alla denuncia di un uomo a seguito di un’aggressione originata da una lite per futili motivi.

Sempre a Falerna i controlli sul lungomare hanno consentito di identificare una persona, deferita poiché presente irregolarmente sul territorio comunale in quanto sottoposta alla misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Minaccia di morte ex compagna, arrestato un 53enne

Matteo Brancati

Maltempo a Crotone, una tettoia divelta dal vento danneggia un’auto

Damiana Riverso

Finto pacco bomba sotto l’auto di un consigliere regionale calabrese

Alessandro De Padova
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content