Calabria7

Controllo in farmacia ed ECG salvano trentenne

L’importanza della prevenzione e dei controlli al minimo segnale sospetto. E’ accaduto a Filadelfia, nel Vibonese, dove un trentenne si è recato nella farmacia per un controllo. Da qualche ora avvertiva una forte tachicardia che oltre al fastidio gli aveva provocato legittima apprensione.

Nell’esercizio del dott. Vito Anania la dottoressa Anna Servello provvedeva ai controlli. ln effetti i valori hanno subito indicato pressione alta (poi scesa) ed aritmia.

I farmacisti hanno allora proposto al paziente un ElettroCardioGramma da cui è emersa una fibrillazione atriale. Il consulto con il cardiologo ne ha consigliato l’immediato spostamento in Pronto Soccorso. Presso l’ospedale di Lamezia l’uomo è stato curato fino a notte inoltrata con flebo che hanno fortunatamente riportato il battito cardiaco alla normalità

Ora il giovane inizierà un ciclo accertamenti mirati sostenendo una visita accurata presso un Centro Specialistico catanzarese.

Nel team della farmacia Anania la soddisfazione di aver potuto prevenire eventuali emergenze improvvise  grazie anzitutto alla prontezza del paziente che si è sottoposto al primo controllo ed anche al ciclo virtuoso ormai presente nelle farmacie calabresi telemedicina nazionale (nel caso di specie il circuito HTN – PromoFarma).

Un messaggio positivo che parte assieme a contestuale esecrazione nei confronti di colui (o coloro) che nelle scorse settimane ha (hanno) rubato proprio nello stesso esercizio un defibrillatore, altro apparecchio fondamentale per il salvataggio di vite umane.

direzione Calabria7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Prima apertura in Calabria per la catena bavarese Löwengrube

Mirko

Basta Vittime, tutti i numeri drammatici riguardanti i sinistri mortali della S.S.106

Andrea Marino

Coronavirus, nuovi casi positivi nell’area Catanzaro-Crotone-Vibo

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content