Coppa Italia: il rigore di Zaccagni porta i biancocelesti in semifinale

Come al solito, si rivela estremamente acceso ed intenso il derby di Roma. Ad avere la meglio stavolta è la Lazio, che si impone sui giallorossi per 1-0 grazie al gol su calcio di rigore di Zaccagni ad inizio secondo tempo.

Il match è comunque stato godevole e divertente dall’inizio alla fine, fino però ai minuti di recupero dove la situazione è letteralmente degenerata con ben 3 espulsioni. A godere al termine di tutto – come mostrano le statistiche su 18bet.eu – sono proprio i biancocelesti, che tornano in semifinale di Coppa Italia e per di più eliminano dal torneo i cugini rivali.

Il match è comunque stato godevole e divertente dall’inizio alla fine, fino però ai minuti di recupero dove la situazione è letteralmente degenerata con ben 3 espulsioni. A godere al termine di tutto – come mostrano le statistiche su 18bet.eu – sono proprio i biancocelesti, che tornano in semifinale di Coppa Italia e per di più eliminano dal torneo i cugini rivali.

Lazio-Roma 1-0, il racconto del match

Come un vero e proprio derby di Roma, fin dai primi istanti il match è caldo e carico di tensione. Entrambe le squadre vogliono vincere, ma la posta in palio non permette agli spettatori di assistere ad un match così spettacolare. Le emozioni limitano le giocate, ma non l’intensità in campo.

Nel primo tempo la Roma cerca di fare gioco e di farsi vedere in avanti con i movimenti di Lukaku e Dybala, mentre la Lazio si limita più a difendere e a ripartire con la velocità di Zaccagni e Felipe Anderson sugli esterni. La prima frazione termina quindi con un nulla di fatto e 0-0.

Nella ripresa invece il copione del match cambia. Nei primi minuti la Lazio si rende pericolosa un paio di volte con Vecino, ma Rui Patricio è lesto a sventare il pericolo. Poi l’episodio che cambia tutto: Huijsen abbatte Castellanos in area di rigore e per l’arbitro non ci sono dubbi. Dal dischetto Zaccagni non sbaglia e buca Rui Patricio, facendo godere il popolo biancoceleste.

Nel finale i giallorossi ci provano, ma gli animi diventano ancor più bollenti e il match finisce in un parapiglia generale. Nessun altro gol, ma ben 3 espulsi: Azmoun e Mancini per la Roma, Pedro per la Lazio. Quello che conta però è il risultato, e stavolta i giallorossi non sono stati premiati.

Coppa Italia, il calendario della Lazio

La Lazio torna quindi in semifinale di Coppa Italia, ma non sa ancora quale sarà il suo prossimo avversario. La squadra sfidante verrà fuori dall’ultimo quarto di finale in programma la sera di giovedì 11 gennaio all’Allianz Stadium di Torino tra Juventus e Frosinone.

Con la vincitrice poi i biancocelesti disputeranno due sfide: il 3 aprile la Lazio giocherà la semifinale di andata in casa allo Stadio Olimpico, mentre invece il 24 aprile la squadra di Sarri farà visita alla Juventus o al Frosinone per il match di ritorno.

Dall’altra parte invece il tabellone ha messo a confronto Fiorentina e Atalanta. La vincente raggiungerà la finale di Coppa Italia in programma per il 15 maggio.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La segretaria del Pd, assieme ai pescatori che furono i primi ad intervenire sul posto, ha deposto sulla spiaggia un cuscino di fiori, raccogliendosi poi in meditazione
E sulle cariche della polizia a Pisa dice: "Giù le mani dalla forze dell'ordine"
In occasione del primo anniversario della strage, in cui persero la vita almeno 94 migranti, ha realizzato un'opera - il Cristo crocifisso - con il legno della 'Summer Love'
"Per rilanciare questa regione - ha detto la segretaria del Pd - bisogna anche puntare sulla sanità pubblica, che va difesa"
A Catanzaro appuntamento in prossimità di piazza Prefettura, alla presenza di Arci, Anpi, Libera Asd Calabriando e Pd. Area Vasta Cgil presente alla manifestazione di Vibo
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, oltre ai tecnici comunali. Presente anche il sindaco
La vittima è un 43enne, morto durante il tragitto verso l'ospedale
La donna è stata trovata distesa in terra con segni evidenti di percosse in una stanza messa a soqquadro
Lo spazio pubblico è dedicato ad “Alì”, il neonato senza nome e non reclamato che è stato sepolto in Calabria
Il presidente della Regione Calabria è stato eletto insieme ad Alberto Cirio, Deborah Bergamini e Stefano Benigni
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved