Coppa Italia, Trapani ancora indigesto per il Catanzaro

di Danilo Colacino – Polisportivo Provinciale davvero indigesto per il Catanzaro, che ancora una volta (dopo l’immeritato stop patito in campionato nel giorno di Santo Stefano) è tornato sconfitto dalla Sicilia in modo non del tutto meritato. Anzi. Ma tant’è: la buona sorte ha continuato ad arridere ai granata come il Natale scorso, stavolta in Coppa. Team giallorosso parecchio rimaneggiato con, su tutte, le assenze degli implacabili marcatori di Reggio Bianchimano e Celiento. L’Auteri-band non è però sembrata troppo in soggezione al cospetto del quotato avversario, che peraltro spera di acciuffare e superare al più presto nel torneo di Serie C, malgrado abbia finito con il pagare a carissimo prezzo un’azione iniziale in cui i padroni di casa hanno concretizzato un decisivo vantaggio su calcio piazzato. Una punizione d’oro, verrebbe da dire. Pronti-via, infatti, e i locali sono avanti. Quello che succede poi non cambia la sostanza dell’incontro.

Il film della partita

Il film della partita

Primo tempo:

3’: passa il Trapani. Un fallo di Pambianchi su Dambros origina una punizione con cui Costa Ferreira coglie forse un po’ impreparato sul suo palo Elezaj;

6’: Giannone prova, anch’egli su punizione, a riequilibrare subito le sorti del match, ma non centra il bersaglio grosso;

30’: Favalli va vicino al punto dell’1 – 1, cogliendo l’esterno della rete;

39’: ancora un Giannone, quantomeno molto mobile se non precisissimo, spaventa l’estremo difensore granata Ferrara con un tiro parecchio insidioso

42’: il sig. Zingaretti di Siena annulla un gol all’attaccante dei trapanesi Evacuo, che così prolunga il lungo digiuno personale, per un’evidente trattenuta su Pambianchi nel cuore dell’area di rigore dei giallorossi e dopo 5’ esatti, compresi 2’ di recupero, manda le due squadre negli spogliatoi per l’intervallo.

Secondo tempo:

La gara non decolla e procede a strappi con qualche “fiammata” da una parte e dall’altra. Scarno il carnet delle azioni da gol.

18’: Dambros colpisce la traversa, ma mentre viene rilevato il fuorigioco del compagno Fedato;

36’: Giannone colpisce un clamoroso montante, colpendo di testa su corner;

42’: l’onnipresente Giannone, come premesso bravo ma impreciso e sfortunato, prova per l’ultima volta a pareggiare, portando il match ai supplementari. Spara però alto. A quel punto mancano 3’ più i 5’ di recupero, che accorda l’arbitro, in cui tuttavia non accade nulla o quasi.

Considerazioni finali:

Finisce dunque oggi l’avventura in Coppa Italia di Serie C per la stagione 2018/2019 del Catanzaro, forse illusosi di poter fare più strada dopo il recente blitz a Catania. Ma, come ovvio, ciò che interessa all’ambiente e allo staff dirigenziale e tecnico sono le sorti della squadra in campionato con l’auspicio di riprendersi presto il maltolto del Trapani, per così definirlo. I granata, infatti, hanno fin qui ottenuto la massima resa con il minimo sforzo, per non dire di peggio considerato che hanno lucrato due vittorie meritando davvero molto meno. Aquile quindi in credito e di certo bramose di passare presto all’incasso.

TRAPANI-CATANZARO 1 – 0

Il tabellino:

MARCATORI: 3′ pt Costa Ferreira (TR)

TRAPANI (4-3-3): Ferrara; Lomolino, Pagliarulo (1’st Scognamillo), Da Silva, Scrugli (22’ pt Corapi); Costa Ferreira, Toscano, Aloi (12’ st Taugourdeau); Fedato, Evacuo (12’ st Tulli), Dambros (24’ st Mastaj). A disposizione: Dini, Ingrassia, Cavalli, Ferretti, Valenti, Franco. All. Vincenzo Italiano

CATANZARO (3-5-2): Elezaj; Pambianchi (15’ st Maita), Riggio, Nicoletti; Posocco (36’ Lame), Eklu (36’ st Nikolopoulos), Iuliano, De Risio, Favalli; Ciccone, Giannone. A disp.: Furlan; D’Ursi,  Mittica. All. Gaetano Auteri

ARBITRO: Andrea Zingarelli di Siena

ASSISTENTI: Gabriele Nuzzi di Valdarno e Davide Meocci di Siena

Note: Spettatori 600 circa. Giornata di sole. Terreno in pessime condizioni. Ammoniti: Taugourdeau e Mastaj (Trapani); De Risio e Riggio (Catanzaro)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved