Calabria7

Coronavirus, “Attivare posti terapia intensiva a Crotone”

varzino

Il presidente facente funzioni della Provincia di Crotone Giuseppe Dell’Aquila ha scritto al commissario della sanità calabrese Cotticelli per chiedere che nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Giovanni di Dio vengano attivati i 10 posti letto previsti dal piano sanitario regionale ma che fino ad oggi non sono stati attivati.

Una necessità urgente alla luce del dilagare del contagio da coronavirus che sta mettendo a dura prova le strutture ospedaliere. Nella sua richiesta, inoltrata anche al prefetto di Crotone, al direttore generale dell’Asp pitagorica e al Dipartimento della Sanità della Regione Calabria, Dell’Aquila spiega che attualmente i posti disponibili al San Giovanni di Dio sono quattro effettivi ed uno mobile da attivare in caso di necessità. “Una dotazione che, in considerazione e nel rispetto del piano sanitario, e nell’ambito di una gestione responsabile, alla quale il Governo ed il Presidente della Repubblica ci hanno invitati e richiamati, devono essere aumentati almeno fino ai dieci già previsti sulla carta” afferma il presidente della Provincia. “Chiedo dunque al commissario Cotticelli di di avviare le procedure per la predisposizione in tempi brevi dei 6 posti letto nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Giovanni di Dio di Crotone, una struttura a servizio di un territorio vasto, una struttura che deve essere messa nelle condizioni di lavorare e di farlo nel migliore dei modi per garantire sicurezza ed assistenza” conclude Dell’Aquila aggiungendo che “questo è il momento giusto per intervenire, si può farlo al riparo di una gestione emergenziale che in altri territori si è purtroppo verificata, lo si può fare perché sono disponibili le risorse finanziarie predisposte dal Governo Conte per implementare i reparti di terapia intensiva sul territorio nazionale”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Comunali a Crotone, M5S: “Uniti nonostante la ‘bestia’ di Salvini inciti all’odio”

Antonio Battaglia

Sequestrato fabbricato nel Crotonese, denunciato operaio 52enne

Mirko

Corte dei Conti, mala gestio e debiti: il “sistema” che impedisce di uscire dal disavanzo sanitario

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content