Calabria7

Coronavirus, cala la pressione sugli ospedali: la Calabria può diventare gialla

Variante Delta

L’attesa per l’eventuale cambio di colore delle Regioni italiane, conseguente al consueto monitoraggio dei dati del venerdì, cresce: la Calabria, a partire da lunedì 10 maggio, potrebbe tornare in zona gialla dopo vari mesi. E’ la speranza che si respira alla Cittadella Regionale, supportata anche dai numeri in possesso del dipartimento Salute e della Protezione civile. Per avere la certezza del passaggio di zona e del conseguente allentamento delle restrizioni imposte per il contrasto alla diffusione de Covid, però, sarà necessario attendere i risultati odierni settimanali dell’Istituto Superiore della Sanità e del ministero della Salute, oltre alla conseguente decisione del ministro Roberto Speranza.

Negli ultimi giorni c’è stato un calo della pressione sugli ospedali e nella curva di diffusione anche se, nell’ultimo bollettino, c’è stata una lieve ripresa con 343 nuovi positivi contro i 284 di ieri ed un tasso di positività all’8,75%. In crescita i decessi. Dieci le vittime nelle ultime 24 ore che hanno portato il totale a quota 1.056. Prosegue la flessione dei ricoverati: sei unità in meno in area medica (426) e uno in terapia intensiva (38). Flessione che si fa sentire, positivamente, sul tasso di occupazione dei posti letto che scende al 43% (-1%) in area medica e al 24% (-1%).

Campagna vaccinale

Sul fronte vaccinale, invece, il consigliere regionale di opposizione Graziano Di Natale, ha annunciato la presentazione di una interrogazione al presidente facente funzioni della Regione Nino Spirlì, per conoscere “motivi e dinamiche alla base del mancato seguito al protocollo sottoscritto dalla Regione con Federfarma Calabria secondo cui si sarebbe dovuto provvedere all’inoculazione del vaccino anti-Covid anche nelle farmacie”.

“Purtroppo, ad oggi – spiega l’esponente politico – molte farmacie aderenti all’iniziativa non sono ancora operative per la somministrazione dei vaccini, sebbene la maggior parte dei farmacisti siano stati già opportunamente formati”. E domani, in Calabria, arriveranno altre 7.100 dosi del vaccino Moderna che raggiungeranno le sedi di Crotone, Lamezia Terme, Vibo Valentia e Melito Porto Salvo.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Reddito di cittadinanza anche ad esponenti della ‘ndrangheta, altre 43 denunce a Vibo

Mirko

Coronavirus in Italia, 22.865 nuovi casi e 339 morti

Giovanni Bevacqua

Infermiera di Catanzaro rifiuta di vaccinarsi: sospesa dal lavoro e privata dello stipendio

Mimmo Famularo
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content