Calabria7

Coronavirus Calabria, Santelli: “Evitare panico, tamponi tutti negativi”

coronavirus santelli

“Abbiamo fatto una proposta di ordinanza che ho trasmesso al ministro Speranza e al governo per la controfirma. Abbiamo chiesto misure precauzionali forti, misure anti-panico, perché mi preoccupa moltissimo il panico che si sta diffondendo”. Lo ha detto la presidente della Regione, Jole Santelli, parlando con i giornalisti nella sede della Giunta al termine di un vertice con il prefetto di Catanzaro, Francesca Ferrandino, per fare il punto sulle misure approntate e da approntare per contrastare un’eventuale emergenza Coronavirus in Calabria.

“Il ministero – rileva Santelli – ci ha detto che domani ci sarà un tavolo di emergenza, alla presenza del presidente del Consiglio, e sarà decisa una linea comune per tutte le Regioni che non hanno avuto casi conclamati. Ho spiegato la nostra situazione particolare, data dal fatto che i provvedimenti assunti in altre Regioni hanno fatto rientrare molte persone in Calabria. Quelle che sono monitorate – spiega il presidente della Regione – sono le persone che arrivano dalla cosiddetta zona rossa, cioè gli 11 Comuni al momento sotto restrizioni, oltre ovviamente a quelle che arrivano da zone come Cina e Corea”. Santelli poi aggiunge: “Mi dispiace per alcuni disservizi su numeri verdi, ma non erano a gestione regionale, da oggi comunque è attivo anche un servizio aggiuntivo fatto dalla Regione in accordo con la Protezione civile e il Dipartimento Tutela della salute.

Quanto alle lamentele per i controlli negli aeroporti, non sono disposti dalla Regione, noi li chiediamo ma devono essere autorizzati dal ministero della Salute, e attualmente gli unici autorizzati sono quelli in arrivo, ma noi abbiamo chiesto l’ampliamento dei controlli dappertutto. Chiediamo alle persone che arrivano dalla zona rossa, cioè quella degli 11 Comuni sotto protezione, e in ogni caso a tutti, di contattare il loro medico curante, quelle che sono interessate devono assolutamente contattare le autorità sanitarie e il sindaco per comunicare la loro presenza, in modo che si possano assumere precauzioni. Perché credo che con le idonee precauzioni possiamo stare tutti più sereni”.

Riunione in Prefettura di Catanzaro

Riunione in Prefettura a Catanzaro domani alle 14, convocata d’intesa con il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, per un esame delle problematiche legate all’emergenza epidemiologica da Covid 19. Alla riunione, oltre ai prefetti delle province calabresi, parteciperanno il dirigente del dipartimento Tutela Salute della Regione Calabria, quello della Protezione civile regionale e i vertici delle aziende ospedaliere di Catanzaro, Cosenza e Reggio Calabria, nonché questori, comandanti regionali e provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, vertici dei vigili del fuoco e il direttore della Direzione marittima regionale, Presenti anche il comandante il II Reggimento Aves Sirio e il dirigente di zona della Polizia di frontiera di Napoli e della Polizia di frontiera di Lamezia Terme.

Santelli quindi annuncia di aver “deciso con il prefetto di Catanzaro una serie di incontri inter-istituzionali, che faremo in prefettura e in Regione in modo che le informazioni circolino nel miglior modo possibile in tutta la Calabria. Su questo poi chiedo un’attenzione particolare anche della stampa, perchè il panico in questo momento è un nemico fondamentale”. Infine, Santelli precisa che “al momento tutti i casi segnalati e i tamponi che abbiamo effettuato hanno avuto esito negativo”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, focolaio in casa riposo: consegnate bombole ossigeno

Mirko

Diritto salute, Colamaria: “Basta promesse e chiacchiere”

Matteo Brancati

Coronavirus, continua a salire il numero delle vittime in Calabria

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content