Calabria7

Coronavirus, casi positivi a Chiaravalle: casa di cura in quarantena

La speranza in queste ore di tremenda ansia è che il contagio si sia diffuso il meno possibile. Quanto accaduto nella casa di cura per anziani a Chiaravalle, in provincia di Catanzaro, potrebbe però assumere proporzioni inquietanti.

Da quanto apprende la nostra redazione, una dipendente è risultata positiva, venendo a contatto con i genitori scesi dal nord. La dipendente avrebbe prestato servizio e da qualche giorno alcuni pazienti avrebbero avuto la febbre. Giunta conferma della positività di una paziente anziana, trasferita poi al Pugliese-Ciaccio, è scattato letteralmente il panico tra i pazienti e i dipendenti, ora chiusi all’interno della struttura in quarantena. Non si sa se nelle prossime ore seguiranno la quarantena domiciliare, intanto, un’unità di crisi di 4 infermieri è giunta da Catanzaro per eseguire i tamponi. Sono decine i pazienti oltre al personale.

Uno scenario che diventa imprevedibile, poiché alcuni dipendenti svolgerebbero anche servizi domiciliari e sono residenti in tutto il comprensorio. Pertanto, il rischio di un possibile focolaio resta altissimo. Il sindaco di Chiaravalle, Domenico Donato, ha disposto la chiusura. Lo stesso sindaco Donato, tre componenti della sua Giunta e alcuni dipendenti comunali si sono, a loro volta, messi in quarantena volontaria avendo avuto nei giorni scorsi dei contatti con la struttura sanitaria per la consegna di dispositivi medici e altri generi di prima necessità. A Chiaravalle ed in tutto il comprensorio girano via social messaggi di preoccupazione, alcuni allarmanti. Il sindaco Donato sul social ha chiesto di non cedere al panico e di attendere di conoscere la portata del contagio, auspicando che sia il più contenuto possibile. (a.m.)

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus: 33mila mascherine per la Calabria, in arrivo 80mila tamponi

Andrea Marino

Coronavirus, il prof Boccuto: Gli Usa si sono inguaiati eppure niente lockdown (seconda parte)…

Danilo Colacino

Analisi in ospedale? In Calabria ci si inventa l’elimina-coda artigianale

nico de luca
Click to Hide Advanced Floating Content