Calabria7

Coronavirus, Codacons diffida a dare ai sanitari le idonee protezioni

Coordinamento di Associazioni per la Tutela dell’Ambiente e dei Diritti di Utenti e Consumatori, in persona del suo vicepresidente nazionale, Francesco di Lieto, elettivamente domiciliato in Catanzaro al Corso Mazzini nr. 164, espone quanto segue. Riceviamo segnalazioni sulla mancanza dei minimi presidi di sicurezza non solo per il personale del Servizio 118, nelle Guardie Mediche, per i Medici di Medicina Generale, nei Poliambulatori ed anche negli istituti penitenziari di pertinenza di codesta ASP. In particolare assai grave viene descritta la situazione nei Poliambulatori di Catanzaro, Borgia, Botricello, Chiaravalle, Lamezia Terme, Nocera Terinese, Sersale, Soverato, Soveria Mannelli, Taverna e Tiriolo dove, non solo mancano mascherine, guanti e gli altri altri Dispositivi di Protezione Individuale, obbligatori quando il lavoro impone distanze inferiori ad un metro, ma perfino fazzolettini e carta igienica. Una situazione intollerabile che rischia di negare il diritto alla salute dei Cittadini e di affollare le strutture centrali che, soprattutto in momenti come questi, sono in trincea per fronteggiare un vero e proprio assalto. Senza dimentica che laddove il personale sanitario dovesse ammalarsi, sarebbe impossibile offrire un servizio fondamentale alla popolazione. Per quanto sopra esposto, si

DIFFIDA

la dirigenza dell’ASP di Catanzaro affinchè provveda alla fornitura immediata a tutto il personale – operante presso il servizio 118, presso i citati poliambulatori nonché nei presidi presso gli istituti penitenziari ai MMG – dei D.P.I. in mancanza dei quali il personale non può e non deve assolutamente svolgere le attività comandate. Resta inteso che, in caso di mancato, parziale, negativo od intempestivo riscontro, la scrivente si riserva chiedere all’autorità giudiziaria competente di valutare se nella fattispecie descritta siano ravvisabili gli estremi del reato previsto e punito dall’art. 328 del codice penale ovvero altra più grave ipotesi di reato.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Festival del Design del Sud Italia, il designer Aricò firma IV edizione

manfredi

BIG BANG | ‘Ndrangheta e usura nel Catanzarese, in 17 chiedono l’abbreviato (NOMI)

Gabriella Passariello

Soveria Simeri, svolto convegno ‘Insieme contro le demenze’

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content