Calabria7

Coronavirus, “Con il boss Iannazzo ai domiciliari lo Stato è sconfitto”

lega

“Con la scusa del rischio contagio, un pericoloso boss calabrese come Vincenzino Iannazzo va ai domiciliari perché gli hanno riscontrato un deficit immunitario. Il tutto mentre la maggioranza insiste per realizzare un indulto mascherato, come premio dopo decine di rivolte nelle carceri italiane. Col pretesto del virus, stiamo assistendo a una serie di drammatiche sconfitte dello Stato”.

Lo dicono, attraverso un comunicato, i parlamentari della Lega in commissione Antimafia: Gianluca Cantalamessa, Andrea Dara, Michelina Lunesu, Enrico Montani, Luca Rodolfo Paolini, Pasquale Pepe, Erik Pretto, Gianni Tonelli, Francesco Urraro.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

FdI: “La situazione dei magistrati onorari è drammatica”

Mirko

Catanzaro, Pisano risponde a Cuda e difende Abramo

Andrea Marino

Depuratore la storia infinita, incontro M5S a Catanzaro (SERVIZIO TV)

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content