Calabria7

Coronavirus, Crisanti: “La vera sfida è prevenire la terza ondata”

coronavirus crisanti

“Il vero obiettivo che dovremmo avere ora è mettere in atto misure per evitare la terza ondata. Se ora facciamo un lockdown estremamente rigido di 6-7 settimane, poi a ridosso di Natale i casi saranno diminuiti e ci saranno mille pressioni per rimuovere le misure, perché tutti vogliono andare in vacanza, a pranzo fuori o a trovare amici fuori regione, e a febbraio staremo di nuovo in questa situazione. La vera sfida in questo momento quindi è trovare una strategia per evitare la terza ondata”. E’ quanto ha affermato, durante la trasmissione “Agorà” di Rai 3, Andrea Crisanti, professore ordinario di Microbiologia dell’Università di Padova.

“Fa effetto se non abbiamo un piano per evitare che i casi risalgano e per consolidare i risultati che otteniamo. Qualsiasi misura di restrizione, prima o poi farà effetto ma non si può andare avanti così per mesi e mesi. L’agenda politica – ha concluso Crisanti – dovrebbe essere quella di preparare un piano nazionale per consolidare i risultati di queste nuove misure di restrizione. Altrimenti a febbraio saremo di nuovo in questa situazione, a meno di non avere il miracolo di un vaccino distribuito a tutti nei primi mesi dell’anno. Cosa che, obiettivamente, non ritengo che sia possibile”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, negativi tamponi su 70 dipendenti Tribunale Vibo

Andrea Marino

Coronavirus, numeri e statistiche: Calabria la meno colpita in Italia

manfredi

Coronavirus, scoperta sostanza naturale che lo blocca

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content