Calabria7

Coronavirus e senza fissa dimora, “Comune Cosenza non è attrezzato”

Il primo Circolo PD Centro Storico e Frazioni di Cosenza, Italia in Comune Cosenza e CASCo – Comitato Area storica Cosenza sollecitano l’amministrazione comunale a fornire informazioni circa le condizioni dei senza fissa dimora presenti sul territorio comunale.

Ci chiediamo se il Comune abbia previsto una campagna di informazione sulle misure di contenimento del coronavirus da adottare per proteggersi, rivolte a questa fascia di popolazione cosentina più fragile. Inoltre, riprendendo una battaglia di qualche mese fa, chiediamo all’amministrazione Occhiuto di fornirci dati certi sulla possibilità di iscrizione al Registro dei Senza Fissa Dimora. Attualmente siamo in grado di sapere dove queste persone si trovino, di cosa necessitino, e se hanno un tetto anche momentaneo, sulla testa? L’autocertificazione anagrafica attraverso lo strumento del registro, infatti, faciliterebbe l’accesso a quelle prestazioni sanitarie dovute per legge anche ai sensi fissa dimora. Facilita inoltre una più corretta e puntuale conoscenza delle fasce di esclusione sociale e di povertà presenti sul territorio comunale al fine di andare incontro ai loro bisogni e proteggendoli.
In questo momento di emergenza nazionale, l’iscrizione anagrafica è uno strumento in più della battaglia che tutti stiamo conducendo per garantire il diritto salute dell’intero territorio nazionale, nessuno escluso.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Unionturismo nazionale ricorda Cesare Mulè: “Ambasciatore della Calabria nel mondo”

bruno mirante

Catanzaro, “Il Mercato dei Sapori” in Funicolare

Mirko

Va a caccia e viene ucciso, sparato colpo di fucile alle spalle

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content