Calabria7

Coronavirus, ecco cambiano gli spostamenti in Calabria: lo dice Google

Google ha analizzato come sono cambiate le abitudini negli spostamenti e nelle attività dei calabresi.

Lo ha fatto per tutta Italia, analizzando i dati su negozi e attività ricreative, generi alimentari e farmacie, parchi, stazioni di trasporto pubblico, luoghi di lavoro e abitazioni. II periodo di osservazione va dal 16 febbraio fino al 29 marzo 2020.

Da questo studio in Calabria al 29 marzo l’affluenza a  negozi e attività ricreative è diminuita del 94%, del 92% quella verso le farmacie e alimentari, dell’85% verso i parchi. I trasporti scendono al 90% e gli spostamenti casa-lavoro del 63% . La presenza in casa è cresciuta del 22%.

In Italia nel complesso è stata registrata una fortissima flessione nei movimenti delle persone rispetto ai valori medi che si riferiscono al mese di gennaio. È stato segnalato un -94% di individui nei negozi e nei locali, un -90% nei parchi e un -85% negli alimentari o nelle farmacie, tra i pochi esercizi commerciali ad essere rimasti aperti. Il trasporto pubblico cala con un 87% di persone in meno in metropolitane, bus o stazioni dei treni. Da queste stime emerge che gli spostamenti verso il posto di lavoro sono scesi del 63%. La permanenza in casa in aumento del 24%.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Turismo, 3 ore di attesa per imbarcarsi verso la Sicilia

Giovanni Caglioti

Sanremo, clementine di Calabria ai cantanti in gara

Mirko

Emergenza ambientale, le proposte di Cambiavento (SERVIZIO TV)

Carmen Mirarchi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content