Calabria7

Coronavirus, il nodo delle 4 persone a tavola nei ristoranti

ristoranti coronavirus

Non è ancora risolta la polemica sul numero delle persone a tavola nei ristoranti e le altre indicazioni di dettaglio per le zone bianche e per dirimere la questione è previsto domani un tavolo tecnico dove sarà affrontata la questione. E’ quanto si apprende da fonti di Governo. Secondo le Regioni e diverse componenti del centrodestra, questa interpretazione – concorde con le prescrizioni del Comitato tecnico scientifico – sarebbe ritenuta troppo restrittiva. Un possibile punto di caduta potrebbe essere quello di lasciare il limite solo per i ristoranti al chiuso.

Regioni: “Sorpresi dall’azione autonoma del Governo”

“Il tavolo tecnico dove sarà affrontata la questione del limite di 4 persone al tavolo nei ristoranti segue la richiesta in tal senso inviata ieri dalla conferenza delle regioni. L’ipotesi del limite di 4 al chiuso non è stata proposta ufficialmente alle Regioni e non trova riscontro. Nelle interlocuzioni ieri sera si è fatto presente che, considerato come le decisioni assunte sino ad ora siano sempre state condivise in un clima assolutamente collaborativo e di rispetto istituzionale, ha sorpreso che l’interpretazione del governo sul tema sia avvenuta in maniera autonoma”.

Il “nodo”

Nel giorno in cui hanno riaperto in tutta Italia i ristoranti al chiuso a pranzo e a cena, il ministero della Salute ha precisato che sia in zona gialla sia in zona bianca resta il limite di massimo 4 persone al tavolo, salvo che gli occupanti siano tutti conviventi. Nelle ore successive il ministro per gli Affari regionali Mariastella Gelmini ha sentito il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, per risolvere positivamente e superare l’interpretazione sul limite massimo di 4 persone ai tavoli nei ristoranti.

Il limite massimo di 4 persone – viene fatto notare –, salvo che si tratti di conviventi, si applica ‘solo in zona gialla’. Per la zona bianca – questa l’interpretazione dell’ufficio legislativo del Ministero per gli Affari Regionali – questa restrizione dovrebbe intendersi superata. Per il sottosegretario alla Salute Andrea Costa occorre “dare assolutamente delle prospettive ai cittadini e bisogna considerare in maniera diversa le zona gialle da quelle bianche. Almeno per i ristoranti all’aperto in zona bianca si arrivi a togliere il vincolo del limite massimo di quattro persone al tavolo: sarebbe un primo segnale di distensione. Per i locali al chiuso credo si possa anche prevedere una restrizione iniziale, ci può stare purché sia graduale”. (Ansa)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Villa San Giovanni, prosegue escalation criminale. M5S: “Preoccupante”

Matteo Brancati

Il quadro delle regionali: storica opera d’arte, a tratti bizzarra

manfredi

Coronavirus, oltre 500 casi a Corigliano-Rossano: sindaco chiude le scuole

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content