Calabria7

Coronavirus, “In Calabria la curva scenderà in tre settimane”

coronavirus italia

In Italia la curva epidemiologica inizia a scendere, anche in alcune regioni dichiarate “zona rossa”. È quanto indica l’analisi dello statistico Livio Fenga, ricercatore dell’Istat. “È particolarmente interessante intravedere un inizio di curva discendente nei dati. Le stime indicano che per il 7 dicembre il numero complessivo delle persone positive in Italia dovrebbe essere 801.000, quasi la metà rispetto al milione e mezzo che risultava dai calcoli fatti lo scorso 6 novembre. Gli stessi calcoli stimavano circa un milione di casi positivi per il 23 novembre, contro i 712.490 reali. Sono numeri che indicano che i provvedimenti adottati dal governo stanno funzionando e bene e lo scenario positivo che si delinea adesso potrà essere confermato a patto che non si allentino le misure e non si abbassi la guardia”.

“Per quanto riguarda le regioni – continua lo studioso – le stime che vanno da oggi al 24 dicembre indicano che in Valle d’Aosta la curva ha cominciato a scendere e che la tendenza alla decrescita è destinata a proseguire, al punto da poter sperare in un declassamento della regione da rossa ad arancione anche prima di Natale. Analoga la situazione della provincia autonoma di Bolzano e quella della Calabria, dove si prevede che la crescita prosegua ancora per poco, per cominciare a scendere nell’arco di tre settimane. Diversa la situazione della Lombardia: “Anche se in questa regione si osserva un buon tasso di decrescita – conclude Fenga – i numeri restano alti”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, nuovo Dpcm: stretta anti-movida e stop spostamenti

Mirko

Sanità, Decreto Calabria: via libera a sblocco turn over per nuove assunzioni

manfredi

Volontariato e assistenti civici, Bressi (Iv): “Nuovo bando poco chiaro”

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content