Calabria7

Coronavirus, la pandemia dimezza i consumi culturali

La pandemia da Covid 19 ha influito drasticamente sulle vite e sul modo di trascorrere il tempo libero. Il Coronavirus ha provocato infatti un crollo dei consumi di beni e servizi culturali. La conferma viene dallo studio dall’Osservatorio di “Impresa Cultura Italia-Confcommercio”, in collaborazione con Swg, sui consumi culturali degli italiani nel 2020 In particolare, i consumi di servizi legati alla cultura si sono dimezzati (-47%) passando da 113 euro di spesa media mensile per famiglia di dicembre 2019 a circa 60 euro a dicembre 2020.

A vivere un situazione davvero drammatica è il settore degli spettacoli dal vivo, azzerati dal lockdown prima e dalle varie misure restrittive dopo. Il crollo degli spettatori è del  90%.

Per quando riguarda  cinema, concerti e teatri ci sono stati forti riduzioni di spesa, con punte di oltre il 70%, da parte dei consumatori tra dicembre 2019 e settembre 2020.

Tiene, invece, la lettura dei libri, con una preferenza per il cartaceo sebbene oltre un italiano su tre utilizzi anche il formato digitale.Consumi positivi anche per i quotidiani, consultati principalmente in versione gratuita online e con un rapporto di circa 1 a 2 tra lettori in digitale a pagamento e lettori in cartaceo. Unica eccezione in questa panoramica è  la Tv in streaming che cresce del 17% rispetto al 2019, con un terzo di italiani che pensa di utilizzare prevalentemente piattaforme streaming a pagamento. “I dati della nostra indagine sono senza dubbio allarmanti con una riduzione dei consumi culturali del 47% e una spesa mensile per famiglia che è crollata a 60 euro nel 2020”, sottolinea il presidente di Impresa Cultura Italia-Confcommercio, Carlo Fontana che ribadisce: “Sono dati che ci rappresentano tutta la drammaticità della situazione delle attività culturali nel nostro Paese. La politica dei ristori non basta”

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Incidente sulla A2 nel Cosentino, stazionarie le condizioni della bimba ferita

Antonio Battaglia

Scuola, prime classi senza bimbi italiani

Mirko

Egitto, liberato studente Usa dopo 16 mesi di detenzione

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content