Calabria7

Coronavirus, l’appello dell’OPI Catanzaro: “Ci siamo e ci vogliamo essere”

sanità idonei

“In queste settimane viviamo l’emergenza causata dal Coronavirus e gli infermieri mettono in campo impegno, competenza e abnegazione (vedi infermieri in quarantena), nell’erogare assistenza intensiva e specialistica a tutti quei cittadini che in questo periodo si trovano ad essere portatori di questa patologia (COVID19)”. Lo scrive, in una nota, l’OPI – Ordine Delle Professioni Infermieristiche Catanzaro.

“La professione infermieristica da anni sostiene il sistema sanitario e, nonostante le carenze, dovute a decisioni politiche discutibili, che hanno portato a vincoli stringenti, soprattutto per gli standard assistenziali ed organici soprattutto in relazione alle esigenze dei cittadini, in questa emergenza i professionisti infermieri si stanno dimostrando altamente responsabili, esercitando con il loro lavoro passione, dedizione e professionalità, confermando ancora una volta che la sanità non funziona senza infermieri.

Come ordine delle professioni infermieristiche di Catanzaro siamo stati convocati dal dipartimento della salute della Regione Calabria per collaborare nel numero verde (800767676) e per espletare funzione di informazione come servizio ai cittadini. Tutto questo insieme ad altri operatori sanitari. Un impegno per fornire quelle misure espresse nelle indicazioni ministeriali per la circoscrizione del contagio. Allo stesso tempo è necessario dare voce e sostenere le innumerevoli segnalazioni dei colleghi, relative alla carenza di fornitura dei dispositivi di protezione individuale e alle difficoltà oggettive a disporne in numero adeguato, come stabilito dalle disposizioni ministeriali in questa emergenza, di tutto l’utile per poter svolgere in sicurezza il proprio lavoro, compresa la sicurezza del paziente. In relazione a ciò si invitano gli organi di competenza a garantire la fornitura di tali presidi, in modo da consentire al personale sanitario (infermieri, OSS e medici), di dare sempre il meglio con competenze scientifiche. Si invitano altresì i canali di informazione a divulgare un’informazione rigorosa, corretta e pertinente, evitando così di generare allarmismi e psicosi e per dare il dovuto riconoscimento ai professionisti coinvolti che si assumono rischi nell’esercizio quotidiano del proprio lavoro. Tutto ciò perché gli infermieri sono da sempre al fianco dei cittadini. Noi infermieri ci siamo e ci vogliamo essere!”.

Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Europee, Catanzaro: presunto intoppo nella sezione “speciale” del Pugliese

manfredi

Catanzaro: Ra.Gi., parrocchie aperte per incontrare la cittadinanza

manfredi

“Il Consiglio regionale vuole aumentare i costi della politica?”

Carmen Mirarchi
Click to Hide Advanced Floating Content