Calabria7

Coronavirus, minaccia carabinieri nel Vibonese: arrestato e scarcerato

processo crisalide

Minaccia di morte i carabinieri dopo un controllo nella sua azienda agricola e viene arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

E’ successo a Zungri, nel Vibonese. Nell’ambito dei controlli dell’emergenza coronavirus – i militari dell’Arma della locale Stazione hanno tratto in arresto Angelo Accorinti, 32 anni, figlio di Pietro Accorinti. Quest’ultimo fra i principali arrestati della recente maxi-operazione antimafia denominata “Rinascita-Scott” della Dda di Catanzaro. Angelo Accorinti è stato quindi posto agli arresti domiciliari. L’arresto è stato nella mattinata odierna convalidato dal giudice del Tribunale di Vibo che però, in attesa del processo fissato per il 6 ottobre prossimo, in assenza di esigenze cautelari ha rimesso in libertà il 32enne, difeso dall’avvocato Francesco Sabatino.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Furto in un centro commerciale, arrestate due donne

manfredi

Sacerdoti indagati nel Vibonese, Gratteri ribatte alla Diocesi

manfredi

Targa contro ‘ndrangheta asportata da Vibo, ora di nuovo al Municipio

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content