Coronavirus, Morra: “Le mafie potrebbero usare i vaccini per avere consenso”

Il presidente della commissione antimafia: "Sappiamo da tempo che le mafie manifestato grande attenzione al business della sanità e vogliono essere più credibili dello Stato"
morra

“Sappiamo da tempo che le mafie manifestato grande attenzione al business della sanità. I vaccini potrebbero essere utilizzati al fine di conquistare consenso. Le organizzazioni mafiose mirano a conquistare consenso, vogliono dimostrare di essere più efficaci e credibili dello Stato”.  Lo ha detto a Sky TG24, il senatore Nicola Morra, presidente della Commissione antimafia. “Speravamo che – ha detto Morra  – che dopo la denuncia della commissione i numeri della classificazione ‘altro’ scemassero. Invece stanno aumentando. Abbiamo chiesto i dati di Sicilia, Calabria, Campania e Valle d’Aosta. Stamattina è emerso anche il dato della provincia di Bolzano. Mi sembra che abbiano una presenza criminale quantomeno indiscussa, la stessa Valle d’Aosta dal 2019 ha subito un’infiltrazione di ‘ndrangheta abbastanza rilevante. Se tu demandi ai sindaci la responsabilità di determinare le categorie – ha concluso – , tu concedi all’autorità politica un potere che non dovrebbe essere concesso alla stessa. Noi spesso sciogliamo Comuni per infiltrazioni mafiose, quindi bisognerebbe essere il più possibile obiettivi, rigorosi e scientifici, facendo capire che il vaccino va a chi deve essere tutelato per ragioni medico-sanitarie”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il membro Udc chiede la restituzione del medaglione sacro sottratto dalla chiesa di Bovalino. “Ogni reato deve essere considerato grave”
Il governatore ha partecipato alla Conferenza dei delegati calabresi al congresso del partito svoltasi a Lamezia Terme
L'iniziativa è partita dalla Casa del Popolo Thomas Sankara e ha visto l'adesione di diverse realtà e associazioni cittadine
La struttura, funzionante da 30 anni, custodisce 90 mila volumi e gestisce oltre 2 milioni di schede bibliografiche on line
Già in passato si erano verificati episodi simili ai danni dell’imprenditrice. Coldiretti Calabria: "Un vile atto e un gesto inqualificabile" 
Per l’8 Marzo la città ospita il cartellone "Il senso delle donne”, sostenuto dal Comune in collaborazione con le associazioni del territorio
Il gruppo provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica si è riunito con la presenza della sottosegretaria all’Interno Wanda Ferro, tra altri
Le segreterie nazionali: “Riduzione preoccupante delle attività. La situazione sta degenerando in tutti i territori interessati, inclusa la Calabria”
Il caso
Dopo la vergognosa guerriglia post-derby le due Questure facciano subito luce su quanto accaduto. Ancora si attendono i Daspo dell’andata
A Lamezia Terme, il segretario generale del sindacato ha partecipato insieme a Roberto Occhiuto a un'iniziativa sullo sviluppo del Mezzogiorno
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved