Calabria7

Coronavirus, 62enne muore poche ore dopo la dose del vaccino Pfizer

La Procura di Lagonegro ha disposto il sequestro della salma di Michele Quintiero, agente della polizia municipale di Vibonati, comune in provincia di Salerno. Il 62enne, intorno alle 20:30 di ieri sera, ha accusato un malore che ne ha provocato la morte improvvisa. L’uomo si era sottoposto al vaccino Pfizer nel tardo pomeriggio, all’ospedale dell’Immacolata di Sapri. I sanitari del 118 sono arrivati tempestivamente, hanno tentato di rianimarlo, ma non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione locale, agli ordini del capitano Matteo Calcagnile. Al momento non è possibile appurare una correlazione tra il decesso e la somministrazione del siero.

“Siamo molto dispiaciuti per quanto accaduto, non è dimostrabile una relazione causale con la somministrazione del vaccino – dice Rocco Calabrese, direttore sanitario dell’ospedale di Sapri – tra l’altro risulta che il paziente fosse affetto da patologie pregresse di natura metabolica e cardiocircolatoria. Inoltre per il 62enne, così come previsto dalle linee guida in ambito vaccinale, a vaccinazione eseguita sono stati rispettati i 15 minuti di osservazione, nell’arco dei quali lo stesso non ha lamentato nessun disturbo”. L’agente si era sottoposto al vaccino insieme ad un collega, in qualità di volontario della protezione civile.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus e tavolate al ristorante, si attende il vertice tecnico per il via libera

Damiana Riverso

Coronavirus, 10 nuovi casi a Lamezia Terme

Giovanni Bevacqua

Coronavirus, la buona sanità funziona anche in Calabria

Manuela Lardieri
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content